Jump to content

Recommended Posts

Io so perdonarmi, tecnicamente è impossibile cadere in contraddizione se ci si perdona.

 

Si contraddice chi non si comprende.

 

E tu, infatti, ti contraddici spesso.

Arrivando persino a cancellare ciò che tu stesso dici.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io so perdonarmi, tecnicamente è impossibile cadere in contraddizione se ci si perdona.

Ma :lol:

 

 

Guarda che tutti sanno perdonarsi, sono gli altri se mai che non lo fanno :folle:

 

 

Questo è il tipico atteggiamento del cattolico praticante, con una grande lista di cose immorali da non fare, ma che però fa perché tanto c'è sempre il pentimento e la speranza nella redenzione divina.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'uomo non deve essere più grande della donna di dieci anni, viceversa non devono essere più di tre.

E' una regola che ti imponi e rispetti, riferita solo a te, oppure qualcosa che intendi in termini generali?

 

Sapresti spiegarmi, nel caso, i motivi? Perché una donna di 41 anni non può andare con un uomo di 52 anni?

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Io so perdonarmi, tecnicamente è impossibile cadere in contraddizione se ci si perdona.

Ma :lol:

 

 

Guarda che tutti sanno perdonarsi, sono gli altri se mai che non lo fanno :folle:

 

 

Questo è il tipico atteggiamento del cattolico praticante, con una grande lista di cose immorali da non fare, ma che però fa perché tanto c'è sempre il pentimento e la speranza nella redenzione divina.

 

Non ne hai presa nemmeno una.

Manco a culo.

 

Le persone non sanno perdonarsi, ed è molto più facile che perdonino un'altra persona che non sè stessi.

E' esattamente il contrario di quello che dice di fare il cattolico in quanto il perdono non se lo dà da solo ma se lo fa dare da una terza persona, da un prete, oppure lo va a chiedere a Dio.

 

Ne avessi presa una... sicuramente non sei stato in grado di capire ciò che ho detto.... ma è anche normale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' esattamente il contrario di quello che dice di fare il cattolico in quanto il perdono non se lo dà da solo ma se lo fa dare da una terza persona, da un prete, oppure lo va a chiedere a Dio.

Ma infatti io ho scritto giusto, sei tu che hai scritto una cazzata, perché il perdono non lo dà il prete, solo dio perdona, il prete è un tramite. Io però ho scritto che il cattolico si procura IL PENTIMENTO, ma che di fatto porta alla REDENZIONE (tanto uno si crede redento o redimibile da solo, mica si accende un led per conferma)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il cattolico non crede nè a Dio nè al prete.

Tu sei cattolico.

Oblu è cattolico, draghetto è cattolico, Matt è cattolico.... eppure non credete ad una cippa.

Ma son tutti così i cattolici, eh, persino i preti cattolici son così.

Ma è normale che sia così, non c'è nulla di strano. Non è nè una novità nè una rivelazione.

 

Tu non hai scritto giusto semplicemente perchè non sai di cosa sto parlando.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma son tutti così i cattolici, eh, persino i preti cattolici son così.

Appunto. Di questo parlavamo, i cattolici.

 

Tu non hai scritto giusto semplicemente perchè non sai di cosa sto parlando.

Dei cattolici, STAVO parlando... Io ho scritto giusto, ma tu eri nell'universo sbagliato :folle:

Share this post


Link to post
Share on other sites

solo dio perdona

 

Questo errore di interpretazione lo compie tanto il credente quanto il non credente.

 

Il credente pensa che il perdono sia una concessione terza; il non credente non ce l'ha proprio un terzo.

Di fatto il credente, nel suo calderone aberrato di credenze incongruenti, stima non esserne degno ed il non credente stima non esserne parte.

E tutto questo porta alla rassegnazione, che va ad unirsi nel calderone.

 

Questo dimostra che le persone non si perdonano ma riescono a perdonare.

 

Sembrerebbe a somma zero ma non lo è.

Non lo è in quanto ciascuno, a causa di ciò, ne rimane escluso.

Una illusione, di fondo, che però diviene assolutamente reale nel generare ulteriore confusione.

Ed alla fine, credente e non credente, non avendoci capito una beneamata ceppa dice: sticazzi di tutto tanto non posso farci nulla.

 

Tutte le religioni sono abilissime nel fare questo, anche quelle orientali generano confusione in quanto dicono "la tua colpa esce da te ma ti rientra nel culo".

 

Tocca buttarle via tutte le religioni, fanno danni veri. Verissimi. Allontanano l'uomo dalla conoscenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco Gesù Cristo che pensava delle religioni.

 

 

Matteo 23 13

 

Ma guai a voi, scribi e farisei ipocriti, perché serrate il regno dei cieli davanti alla gente; poiché non vi entrate voi, né lasciate entrare quelli che cercano di entrare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di fatto il credente, nel suo calderone aberrato di credenze incongruenti, stima non esserne degno ed il non credente stima non esserne parte.

E tutto questo porta alla rassegnazione, che va ad unirsi nel calderone.

Un errore tipico dei credenti è quello di pensare che un non credente sia privo di punti di riferimento. Un non credente si fa guidare dall'etica tanto quanto un credente si fa guidare da dio, i concetti di bene e di male non sono monopolio delle religioni, la parte etica (e sana) dei comandamenti, come non uccidere o non rubare, appartengono al buonsenso comune, mentre la parte più religiosa è anche quella meno rispettata dai credenti stessi. A meno di patologie mentali, includendo la depressione, quello che tu chiami perdonarsi non è altro che un atto di razionalizzazione, quando cioè si tiene la propria giustificazione come punto fermo e si adatta un po' la realtà perché vi combaci. Così uno che ruba troverà sempre il modo per dire "comunque le circostante mi hanno costretto" o "comunque lo meritavo più io di loro", anche qualora si pentisse del suo gesto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il cattolico non crede nè a Dio nè al prete.

Tu sei cattolico.

Oblu è cattolico, draghetto è cattolico, Matt è cattolico.... eppure non credete ad una cippa.

Ma son tutti così i cattolici, eh, persino i preti cattolici son così.

Ma è normale che sia così, non c'è nulla di strano. Non è nè una novità nè una rivelazione.

 

Tu non hai scritto giusto semplicemente perchè non sai di cosa sto parlando.

:blink:

 

La Chiesa cattolica (dal latino ecclesiastico catholicus, a sua volta dal greco anticoκαθολικός, katholikòs, cioè "universale"[1]) è la Chiesa cristiana che riconosce ilprimato di autorità al vescovo di Roma, in quanto successore dell'apostolo Pietrosulla cattedra di Roma. I suoi fedeli vengono chiamati cattolici.

Il nome richiama l'universalità della Chiesa fondata da Gesù Cristo, costituita dal "popolo di Dio" a sua volta formato da "tutte le nazioni della terra"[2],

io sono agnostico , non cattolico :scratch:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Who's Online   0 Members, 0 Anonymous, 26 Guests (See full list)

    There are no registered users currently online

×