Jump to content

Recommended Posts

 

Può piacere o meno, però la satira è questa, non deve far ridere, deve invece per sua natura, suscitare una reazione forte

 

 

Ognuno fa la satira che vuole, loro con le vignette idiote, qualcun altro con i fucili d'assalto.

 

 

 

 

Ognuno fa la satira che vuole

 

 

... e qualcun'altro scrive su isle of tortuga dicendo cose talmente assurde e stupide, che le risposte se le scrive da solo,

si fà la domanda e si dà la risposta.

questa è la mia Mettiu ;) ;) ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

questa è la mia Mettiu ;) ;) ;)

 

 

 

Sei proprio un coglione :asd:

 

Dai che ti ho regalato un nuovo giochetto con cui ti trastullerai per qualche giorno. Almeno pensi un po' di meno al Ditalin (nel culo) :folle:

 

Mi vuoi dire che hai trovato e cosa ti è cambiato adesso che sai anche il cognome? Su, non fare il timidone. Rispondi. Posso esserti di aiuto in qualche altra cosa? :superlol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so se c'entri qualcosa il perbenismo, ma immagina che stanotte il terremoto ti porti via la casa e con lei tua madre, tuo padre, un fratello, una sorrella, una moglie o quello che vuoi. Ti risvegli sotto le pietre in uno scenario da guerra. Poi vedi quelle vignette. A te farebbero ridere? A me no, e mi incazzerei anche molto. Poi non si devoino lamentare se vanno a trucidarli con gli AK. Gli estremismi sono sempre sbagliati e loro, a loro modo sono ugualmente estremisti quando stanno di fronte a quelli con gli AK in mano. Penso sia facile da capire.

Eh, ma sticazzi, la satira darà sempre fastidio a qualcuno, per cui seguendo la stessa logica non andrebbe mai fatta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Però che cosa c'entrano le vignette? Avevamo bisogno delle vignette per sapere che spesso si imbroglia? Sono io che non riesco a capire che cazzo vuoi dimostrare. Con le vignette o senza, la magistratura avrebbe comunque proceduto alle dovute inchieste perchè è impossibile che una scuola appena restaurata vada a terra in quel modo. Lo vedono tutti che c'è qualcosa che non va. Che poi magari va a tarallucci e vino è un altro discorso.

La magistratura agisce sul dopo, la cultura agisce sul prima. Se fosse tutto così chiaro, lampante, palesemente sbagliato e radicato nella nostra cultura in Italia non esisterebbe mafia, camorra e andrangheta, perché 50 milioni di persone in massa si ribellerebbero, e non puoi fare nulla contro 50 milioni di persone che seguono un'idea comune. Purtroppo non è così, non c'è nessuna cultura radicata, ci sono persone capaci di indignarsi quando qualcosa che non li riguarda viene fatto da persone che non conoscono. Una vignetta di cattivo gusto è una goccia nel mare, ma qualcosa farà sempre.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Non so se c'entri qualcosa il perbenismo, ma immagina che stanotte il terremoto ti porti via la casa e con lei tua madre, tuo padre, un fratello, una sorrella, una moglie o quello che vuoi. Ti risvegli sotto le pietre in uno scenario da guerra. Poi vedi quelle vignette. A te farebbero ridere? A me no, e mi incazzerei anche molto. Poi non si devoino lamentare se vanno a trucidarli con gli AK. Gli estremismi sono sempre sbagliati e loro, a loro modo sono ugualmente estremisti quando stanno di fronte a quelli con gli AK in mano. Penso sia facile da capire.

Eh, ma sticazzi, la satira darà sempre fastidio a qualcuno, per cui seguendo la stessa logica non andrebbe mai fatta.

 

 

La satira non c'entra nulla con quelle vignette. Continuate a chiamarle satira. Evabbè, abbiamo punti di vista differenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Però che cosa c'entrano le vignette? Avevamo bisogno delle vignette per sapere che spesso si imbroglia? Sono io che non riesco a capire che cazzo vuoi dimostrare. Con le vignette o senza, la magistratura avrebbe comunque proceduto alle dovute inchieste perchè è impossibile che una scuola appena restaurata vada a terra in quel modo. Lo vedono tutti che c'è qualcosa che non va. Che poi magari va a tarallucci e vino è un altro discorso.

La magistratura agisce sul dopo, la cultura agisce sul prima. Se fosse tutto così chiaro, lampante, palesemente sbagliato e radicato nella nostra cultura in Italia non esisterebbe mafia, camorra e andrangheta, perché 50 milioni di persone in massa si ribellerebbero, e non puoi fare nulla contro 50 milioni di persone che seguono un'idea comune. Purtroppo non è così, non c'è nessuna cultura radicata, ci sono persone capaci di indignarsi quando qualcosa che non li riguarda viene fatto da persone che non conoscono.

 

E io prima che ho detto? :asd:

 

 

Se volessero fare vera satira da denuncia dovrebbero farla prima, andare nelle zone a rischio a studiarsi le varie situazioni e fare le vignette su quello che potrebbe accadere.

 

 

E' questo che dovrebbe creare la giusta cultura.....Guardate che se non aggiustate le vostre case e le mettete in sicurezza, visto che state in un posto ad alto rischio sismico fate la fine delle penne al sugo....e ci facevano la cazzo di vignetta.

 

 

 

Una vignetta di cattivo gusto è una goccia nel mare, ma qualcosa farà sempre.

 

 

 

Qualcosa che? Spiega, non dare per scontato.

Edited by B.A.BARACUS

Share this post


Link to post
Share on other sites

La satira non c'entra nulla con quelle vignette. Continuate a chiamarle satira.

Questo secondo me non lo pensi nemmeno tu. La statira è, sostanzialmente, una critica alla politica o alla società utilizzando i mezzi comunemente propri della comicità, quindi esagerazioni, paradossi, ironie, ecc... Quelle sono vignette comiche in critica alla gestione di un evento sismico, che sia satira è così palese che se dovessimo discutere di quello me ne tirerei fuori, sarebbe come discutere se il pulcino pio è, tecnicamente, una canzone. E' satira di cattivo gusto, è satira che non ti piace, e fin qui posso essere d'accordo con te, ma cosa cambia? E' satira pubblicata su un giornale, che ha un pubblico di riferimento, a cui probabilmente piace così. Probabilmente agli Italiani non piace (o non fa ridere) perché è una critica rivolta a noi, con gli stereotipi tipici dell'italiano mafioso baffi mandolino e malaffare, mentre ad uno straniero magari fa più ridere perché su quegli stereotipi ha sempre riso, come noi ridiamo se prendiamo in giro i tedeschi per la loro passione per i crauti, o i francesi per la loro pronuncia, o gli ebrei per l'avidità, gli arabi per il pessimo rapporto con il maiale e così via. In una vignetta che parli di morti, di drammi reali, saremmo capacissimi di infilarci uno di questi, spesso immaginari, difetti popolari.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualcosa che? Spiega, non dare per scontato.

Fa parlare, fa discutere, tiene alta l'attenzione su un argomento. Come pensi che si diffonda un messaggio culturale a livello planetario? Con dei corsi serali da frequentare obbligatoriamente? Con dei manifesti per strada? Pubblicando libri dotti che analizzano i pro e i contro dello scarso uso del cemento in favore della sabbia nei territori in cui la politica è collusa con la mafia?

 

La satira ha sempre fatto il suo mestiere in questo modo, e facendolo non ha mai fatto contenti tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Differenza tra satira e cattiveria:

 

5c9e61f8235d296b0f142bb5224db22f97754a66

 

Un'immagine (con un titolo) vale più di 1000 parole. Anche noi abbiamo un bel "pubblico di riferimento", a volte.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mmorselli, non funziona che qualunque cosa sia satira, e al limite, uno non la capisce ( e sempre sottolineato con snobbismo).

È come se dopo l'irruzione nella loro sede, avessi fatto una vignetta con una crepe con la marmellata di fragole che fuoriusciva. Sarei un coglione, non un satirico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

( e sempre sottolineato con snobbismo).

 

e verbo senza accento. Terun!

Imbecille. Rileggi. Edited by ring2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Differenza tra satira e cattiveria:

 

5c9e61f8235d296b0f142bb5224db22f97754a66

 

Un'immagine (con un titolo) vale più di 1000 parole. Anche noi abbiamo un bel "pubblico di riferimento", a volte.

 

 

 

 

E qual'è la cattiveria?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mmorselli, non funziona che qualunque cosa sia satira, e al limite, uno non la capisce ( e sempre sottolineato con snobbismo).

È come se dopo l'irruzione nella loro sede, avessi fatto una vignetta con una crepe con la marmellata di fragole che fuoriusciva. Sarei un coglione, non un satirico.

 

Chissà quante ne avrebbero dette se le vignette le avessimo fatte noi. Ma che vadano a fare in culo, se la sono anche cercata. Ci vuole anche intelligenza per fare certe cose e bisogna valutare bene le realtà. Cazzeggiando con le vignette di maometto cosa si aspettavano?

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

( e sempre sottolineato con snobbismo).

 

e verbo senza accento. Terun!

Imbecille. Rileggi.

 

 

Ho riletto, non c'è l'accento, è una congiunzione?

Mi faccio dare 10 frustate :timidino:

 

 

 

 

 

 

:tease:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Who's Online   0 Members, 0 Anonymous, 10 Guests (See full list)

    There are no registered users currently online

×