Vai al contenuto

Recommended Posts

Non è che non sia plausibile quello che dice Moncalvo, anche se l'ipotesi sembra molto romanzata, il punto è che non è questo il modo di far girare una notizia, prima racconta una cosa nei dettagli come se fosse assolutamente vera, poi in seguito (dove l'80% di chi guarda il video ha già mollato) spiega che si tratta di speculazioni basate su dei "il tizio ha detto" che valgono, tutte insieme, molto poco.

 

Probabile che esistano degli accordi economici tra la Lega e Berlusconi, ma non per forza deve essere vera questa storia di vendita del simbolo, che è un po' grossa in effetti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di Maio a Salvini: "Scegliamo insieme un premier terzo ma no a Berlusconi. E nel programma reddito di cittadinanza e Fornero"

http://www.repubblica.it/politica/2018/05/06/news/di_maio_annunziata-195656963/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P1-S1.8-T1

ROMA - "Se il punto è realizzare qualcosa per gli italiani, un programma elettorale, e l'ostacolo sono io, le persone devono sapere che quell'impuntatura non c'è. Se è per il bene delle persone, io faccio un passo indietro. E a Salvini dico: scegliamo insieme il presidente del Consiglio a condizione che sia a capo di un governo M5-Lega e realizzi il reddito di cittadinanza e l'abolizione della legge Fornero. Una soluzione dobbiamo trovarla. Se dovesse arrivare un'altra chiusura, anche in virtù di quello che vedo nei sondaggi, non avremmo alcun problema nel ritornare al voto. Con un governo tecnico, il problema è la connessione con il Paese". Così Luigi Di Maio, ospite di Lucia Annunziata a In mezz'ora su Raitre, annuncia il passo indietro sulla premiership alla vigilia delle nuove consultazioni al Colle.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grandissima mossa di Di Maio.

 

Un vero statista.

Con un colpo solo ha fatto fuori tanto il PD quanto tutto il c-dx.

 

Se Salvini accetta, il centro destra è morto ed il PD sparirà; governo con premier terzo ma politicamente d'acciaio.

Se Salvini non accetta e si andrà al voto, il PD è già sparito, Berlusconi non prenderà un voto, Salvini perde mezzo elettorato... ed i 5S balzano al 60% alle prossime votazioni.

 

 

Che mossa!

Un capolavoro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un premier a 5 stelle o della Lega? "L'ultimo dei problemi", è la risposta. Si può trovare "anche fuori dei due partiti, un profilo terzo".

Di Maio però ribadisce la chiusura a Berlusconi. "Finché Salvini diceva che il premier deve essere del centrodestra, io facevo argine. Ma la questione è Berlusconi: apparteniamo a epoche politiche diverse. Ora siamo in un'altra fase, i politici fanno un passo indetro e i cittadini uno avanti. È difficile immaginare che un vecchio politico possa realizzare il reddito di cittadinanza".

Cosa dovrebbe essere cambiato per Berlusconi perché accetti il passo indietro? "Oltre l'accordo per un governo M5s-Lega con un premier condiviso non si va". Basta un ruolo non di primo piano per Berlusconi? "Noi proponiamo un governo politico con la Lega su alcuni punti, ma via Berlusconi. Cosa farà Berlusconi non lo so. Sono speranzoso. In questo periodo la più grande beffa è che noi ci abbiamo provato in tutti i modi, anche col Pd. Ma anche lì si è capito che valevano più le dinamiche interne. La speranza di poter fare qualcosa di buono per l'Italia io non l'ho mai persa. Credevo che sarebbe stato dificile, ma non impossibile".

Poi il capitolo del forno chiuso con il Pd. "Mettiamola così: se il presidente Roberto Fico riceve un incarico esplorativo dal Presidente della Repubblica e il Pd di fronte a quell'incaricato dice che c'è una disponibilità al dialogo e in quella delegazione ci sono i due capigruppo renziani... Ha meravigliato un po' tutti l'intervista di Renzi da Fazio che ha fatto saltare il tavolo. Non credo che il Pd e il reggente Martina aprissero ai Cinque Stelle senza aver consultato il partito internamente. Ora sento il Pd dire 'ci siamo a un governo istituzionale'. Dunque l'unica preoccupazione era impedire al M5S di governare al costo di andare al governo con il centrodestra, questo lo dovranno spiegare ai loro elettori".

Infine, il tema del governo del presidente. "Il Quirinale sa che il M5s è stato lineare nel raccontare la propria linea. E la sua contrarietà a governi tecnici o del presidente. per la non connessione con i problemi della gente. Prendere persone non votate è anche un grande problema per il Paese, la gente si scoraggia nel vedere gente che non ha scelto. Se non è possibile un governo politico si torni al voto".

Fossi in Mattarella, rileva Annunziata, mi sentirei tirato per la giacca. "Noi stiamo provando in tutti i modi a dare una soluzione politica al presidente presidente della Repubblica, figura di garanzia che riconosciamo e sul quale non vogliamo fare pressioni. Ma se siamo a questo punto, Se si parla di governo del presidente è perché le forze politiche non si sono assunte le loro responsabilità. E noi non voteremmo la fiducia a un governo tecnico".

Se alla guida di quel governo ci fosse una figura come Rodotà, che voi volevate? "Separiamo i discorsi. Allora si parlava del presidente della Repubblica, garante di tutti. Qui del presidente del Consiglio, chi deve fare per il Paese".

Poi, una frase sulla democrazia destinata a far discutere. "Quale può essere l'effetto sul Movimento del rifiuto di due forze politiche chiamate a dialogare con noi? E si riceve solo il due di picche, per la regia di Renzi e Berlusconi? Il grave rischio è che una forza come la nostra, votata da 11 milioni di persone, si allontani dalla democrazia rappresentativa. La disaffezione alle istituzioni della Repubblica. Non parlo di una minaccia, ma la gente non crede più".

In caso di fallimento, per Di Maio non resta che il voto. "Io sono convinto del fatto che si può votare a fine giugno o inizio luglio. Il Parlamento sta lavorando in commissione speciale. Il governo ha presentato il Def e lo esamineremo. Ora bisogna fissare in una legge quello che il Def prevede. Sarà una manovrina o a luglio, o a ottobre, per scongiurare l'aumento dell'Iva. C'è disponibilità del M5s a tenere i conti in ordine, ma quello che non posso tollerare che per evitare problemi ci sia un governo che non rispecchia il Paese", dice Di Maio. Difficile che si voti così presto, andrebbe bene un prolungamento dell'esecutivo Gentiloni per l'amministrazione corrente in attesa di votare? "Il presidente manderebbe alle Camere un governo che non ha la maggioranza. Chiedo, perché a me nessuno ha fatto proposte".

Grillo alla stampa estera ha detto di essere a favore del referendum sull'euro. "Lui è uno spirito libero. Noi vogliamo andare al governo per andare in Europa e modificare alcuni trattati. Però bisogna riflettere sul fatto che se la democrazia rappresentativa non funziona, bisognerà ingegnarsi con strumenti di democrazia diretta. Il M5s è argine a derive di radicalizzazione, ora c'è un movimento che si è convinto che la strada istituzionale per cambiare il paese sia la strada giusta. Ma non ci mettano in condizioni di dire che le istituzioni escludono la prima forza politica in Italia".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Berlusconi e Salvini sono stati chiusi a Palazzo Grazioli per tre ore,

e dopo tre ore non hanno rilasciato dichiarazioni.

 

Ok, domani pomeriggio capiremo cosa si saranno detti in questo vertice visto che c'è il giro di consultazioni al Quirinale tuttavia sono davvero curioso riguardo cosa si sono detti.

Secondo me la nottata è ancora lunga.

Chissà se sarà una nottata di lunghi coltelli oppure una nottata dove il centrodestra, unito, decide di affondare col Titanic.

Proprio non saprei.

Ad occhio direi che Salvini è impossibilitato a liberarsi di Berlusconi e quindi, molto probabilmente, affonderanno insieme (ma con tanto ulteriore oro che stanotte Salvini arrafferà al cavaliere).

 

Io resto dell'idea che ora qualsiasi governo sia peggio che andar nuovamente alle urne quindi "Forza Silvio, affonda assieme a Salvini".

Modificato da TILTaccitua

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se penso al colpo infernale che Di Maio ha assestato al centrodestra... wow... fantastico.

 

Stanotte non dormiranno lì al c-dx. :E

 

 

Io credo che ora Berlusconi scenda in campo con la cavalleria e vada da Renzi a promettergli anche il culo per tentare di fare un accordo di governo.

Accordo che vedo di buon occhio.... almeno faremo finire la seconda repubblica nel sangue :E col popolo italiano che marcia su Roma. :asd:

 

Chissà che canti verranno intonati mentre si marcerà su Roma. :folle:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grandissima mossa di Di Maio.

 

Un vero statista.

Ah, memorabile. Due mesi a dire "il premier posso farlo solo io" e ora, visto che ci è arrivato a capire che è impossibile, ha detto "Vabbè, allora magari potrei anche non essere io". Penso che andrà sui libri di storia :folle:

 

 

Che è cambiato? Il problema principale era che Salvini non mollava Berlusconi, il discorso sulla premiership era secondario. Poi vabbè, la politica è concedersi una cosa a testa un po' per volta, per cui non possiamo escludere che Berlusconi spontaneamente faccia una mossa per evitare di andare alle elezioni, tanto se è vero che Berlusconi tiene Salvini per le palle, questo sarà vero comunque, no? A parte la questione di facciata non è che cambi tanto se Berlusconi entra nel governo, può anche stare fuori dal governo sicuro che Salvini farà di tutto per proteggere lui e le sue aziende.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A quanto pare il centrodestra tenterà la carta di corrompere diversi tra parlamentari e senatori ed, in combutta con Renzi ed in combutta con Mattarella, cercare di fare un esecutivo Nazareno bis.

 

Preferisco il ritorno alle urne ma anche questa ipotesi mi piace moltissimo.

Io credo che gli italiani meritino di averlo ancora 5 anni nel culo pertanto sarà divertentissimo sentirli dire "AHIAAAAAA!!!! Coccoddio!!!!".

 

Visto che gli italiani non hanno grande testa, allora che abbiano almeno un grande ano.

 

Per dipingere una parete grande non ci vuole un pennello grande, ma un grande pennello. :E

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non è che non sia plausibile quello che dice Moncalvo, anche se l'ipotesi sembra molto romanzata, il punto è che non è questo il modo di far girare una notizia, prima racconta una cosa nei dettagli come se fosse assolutamente vera, poi in seguito (dove l'80% di chi guarda il video ha già mollato) spiega che si tratta di speculazioni basate su dei "il tizio ha detto" che valgono, tutte insieme, molto poco.

 

Probabile che esistano degli accordi economici tra la Lega e Berlusconi, ma non per forza deve essere vera questa storia di vendita del simbolo, che è un po' grossa in effetti.

 

 

 

 

(dove l'80% di chi guarda il video ha già mollato)

 

 

 

3 minuti e 11 :E

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Virginia Raggi
5 h ·
Sono sempre di più i detenuti che si stanno impegnando per pulire parchi e giardini della nostra città.

Ieri mattina è iniziato il corso di formazione per altri 14 volontari della Casa circondariale di Rebibbia, che tra una settimana potranno così iniziare a lavorare a titolo gratuito come "giardinieri".

Si aggiungeranno ai primi 18 detenuti che hanno iniziato il lavoro lo scorso marzo da Colle Oppio.

L’iniziativa si è sviluppata grazie a un intenso lavoro di squadra che ha coinvolto gli assessori Baldassarre, Frongia e Montanari nella sottoscrizione dell’Accordo congiunto Roma Capitale - Ministero della Giustizia e nella successiva firma del Protocollo d’Intesa per il progetto “Lavori di pubblica utilità e recupero del patrimonio ambientale”.

Il progetto tiene conto delle specifiche professionalità e attitudini lavorative, promuovendo un percorso di sensibilizzazione al rispetto del bene comune, alla legalità, all’osservanza delle regole e delle norme, come elementi imprescindibili per il percorso di reinserimento dei detenuti.

Stiamo garantendo piena attuazione all’articolo 27 della Costituzione, che prevede la funzione rieducativa della pena. Mettiamo al centro la persona: una comunità solidale si costruisce con il contributo di tutti, nessuno escluso.

 

https://www.facebook.com/virginia.raggi.m5sroma/photos/a.470151043167350.1073741827.469144566601331/978098279039288/?type=3&theater

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi è Online   0 Utenti, 0 Anonimo, 67 Ospiti Visualizza tutti

    Non ci sono utenti registrati online

×