Vai al contenuto
TILTaccitua

Il PD; visto da...

Recommended Posts

da Alessandro Di Battista

 

Il PD è morto. Ad ucciderlo non sono stati i Franceschini, le Boschi, i Renzi o i Gentiloni. Costoro sono "comparse" già finite nell'oblio. Ad ucciderlo è stato l'atteggiamento profondamente “borghese” ed anti-popolare che ha dimostrato in questi anni. Pensavano di cavarsela con qualche diritto civile. Quante volte li abbiamo sentiti dire: “ma noi abbiamo fatto le unioni civili” etc, etc. Sia chiaro, io reputo i diritti civili fondamentali ma oggi servono più che mai quelli economici e sociali.

Personalmente sono molto felice di questo tracollo. Ho combattuto la loro arroganza e il loro odio nei confronti di tutto ciò che è popolare (per questo lo definivano populista) con tutto me stesso. Tuttavia il loro atteggiamento “borghese” ed anti-popolare ha fatto malissimo al Paese e non glielo perdonerò mai. Ma questo ormai è il passato. Il presente impone un'accelerazione sui diritti economici e sociali. Proprio quelli smantellati dalla sedicente sinistra che adesso sta litigando su come fare autocritica. Acqua pubblica, legge anti-corruzione durissima, conflitto di interessi, risorse alla sanità, rispetto dell'art. 11 della Costituzione (fuori dalle guerre di invasione mascherate da missioni di pace, molte delle quali cause dei flussi migratori). E soprattutto il reddito di cittadinanza.

Il reddito deve diventare un diritto esattamente come la sanità pubblica e l'istruzione pubblica. Non si tratta di regalare denari ai fancazzisti. Si tratta di rilanciare il lavoro (lavori nuovi perché molti lavori stanno scomparendo) proprio con lo strumento del reddito. I compianti dirigenti del PD ritenevano il reddito di cittadinanza una stronzata. Guardate che fine hanno fatto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono tutte sciocchezze, dalla bocca di un bamboccione come Di Battista. L'Italia si vede chiaramente che ha virato a destra. Destra populista e destra sociale, in cui ovviamente si infila anche la destra classista berlusconiana, perché non è che la Lega ora la votano solo operai e impiegati. Comunque sempre di destra parliamo. Il PD, come ogni partito, deve raccogliere e rappresentare il consenso attorno ad una ideologia, se questo consenso non c'è non è che devi andarlo a prendere a destra. La Samsung se vede la Apple che vende più telefonini, o che ne vende di meno guadagnando il doppio, può anche permettersi di dire "proviamo a capire come fanno e facciamolo anche noi", ma un partito non è un'azienda, non è una squadra che deve arrivare prima dell'avversario, è un contenitore di consenso, e la somma fa sempre il totale, se la gente vuole la linea dura con i migranti e la linea morbida con il fisco non è che lo può chiedere alla sinistra. Le lezioni di Di Battista sono stupide e rivolte a gente stupida che non è capace di fare un semplice ragionamento: se il PD avesse dovuto proporre la vostra idea di reddito, la vostra idea di cosa pubblica, la vostra idea di giustizia, la vostra idea di fisco, la vostra idea di cittadinanza a cosa servirebbero due partiti differenti? Le stesse idee è doveroso che convergano in uno stesso partito, non ha senso che si dividano in due.
 

Nessun partito muore, non è morta nemmeno la DC, se un giorno gli Italiani si sentiranno più a sinistra, anche perché sarà mutato il contorno, o perché saranno rimasti delusi dal risultato di certe scelte, allora vinceranno i partiti di sinistra, altrimenti vinceranno quelli di destra. La forza di un partito non sta nel dire tutto e il contrario di tutto pur di vincere, ma nel raccontare i principi che rappresenta con chiarezza. Se il PD ha un problema è proprio questo, avere al suo interno gente che sta ragionando come Di Battista per paura di perdere il posto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
18 ore fa, mmorselli dice:

se un giorno gli Italiani si sentiranno più a sinistra...

...allora aumenteranno i voti per la Lega o per i 5s.

Il PD è borghese, sta a destra.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il PD dovrebbe essere un partito di centro-sinistra, non di sinistra proletaria. LEU è già più a sinistra, ma alle elezioni 2018 c'erano anche i partiti di estrema sinistra, come Potere al Popolo e il Partito Comunista di Marco Rizzo. La gente non ha votato 5stelle perché mancavano contenitori a sinistra, ha votato 5stelle perché populista, trendy, trasversale ma più vicino alla destra sociale che non alla sinistra socialista, e come detto prima oggi l'Italia si riconosce più a destra che a sinistra. Un partito che si astiene sulle Unioni Civili per non perdere i voti di destra,  non può certo essere di sinistra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cita

Il PD dovrebbe essere un partito di centro-sinistra

Dovrebbe.... hai detto bene.

Ma non lo è.

Il PD è un partito di centro, più a destra che a sinistra, visto che non consentono nemmeno votazioni all'interno del partito. Le conte, come le chiamava qualcuno.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anzi, visto che non è possibile fare conte all'interno del partito, il PD sta tra i nazisti ed i fascisti.... lì in mezzo.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, TILTaccitua dice:

Il PD è un partito di centro, più a destra che a sinistra, visto che non consentono nemmeno votazioni all'interno del partito. Le conte, come le chiamava qualcuno.

Ma in che senso? La "conta" mi sembra un principio squadrista, un partito democratico fa il Congresso, cioè si dota di strumenti con un formalismo rigoroso per decidere la democrazia interna. Il modello organizzativo è una delle cose che per me più si salvano nel PD. Poco compatibile con l'idea trendy del più forte al comando e delle procedure snelle e sbrigative, ma non è una cosa che dovrebbe riguardare le persone di sinistra, chi cerca questo fa benissimo a votare a destra e non ad una sua falsa copia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il voto, secondo te, è un principio squadrista.

Appunto, sei piddino.... ulteriore conferma.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, TILTaccitua dice:

Il voto, secondo te, è un principio squadrista.

Appunto, sei piddino.... ulteriore conferma.

 

Il voto fuori da una cornice regolamentare è fascista e squadrista, la democrazia deve offrire delle garanzie, non è che tu puoi essere votato dalla maggioranza in un congresso, ma deposto dalla maggioranza alla macchinetta del caffè solo perché quelli al caffè fanno la voce grossa.

Il PD le fa le conte, ma le fa rispettando tutte queste garanzie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Appunto.... hai confermato.

Abbiamo capito che, per te, votare è un concetto fascista... ma guarda che eri stato chiarissimo anche prima.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Troll... Questo esaurisce il mio interesse per il thread

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sembra come che tu abbia rosicato per le cose che tu stesso hai detto. 

Ma è una patologia oppure normale infantilita' da bimbetto minkietto? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche perchè l'organo esecutivo di un partito è proprio il congresso, di più non ce n'è; e se ad un congresso, unico organo rappresentativo di un partito, democratico per giunta, non è possibile votare allora non c'è alcuna differenza con la Corea del Nord di Kim Jong Un.

 

Poi sta bene, puoi avere tutte le manifestazioni da malato di mente o da nazifascista o da bimbominkia, scegli tu.... mica te lo impediamo.... sappiamo chi sei.

 

 

Modificato da TILTaccitua

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco, se hai argomenti, qualsiasi, l'interesse ritorna. Ora si tratta solo di capire cosa hai scritto, perché mica l'ho capito...

Ovvio che al congresso si possa votare, il congresso si fa per eleggere il segretario

Ma pure in direzione PD si vota sempre, per tutto, però si vota sulle attività, non sulle persone, non ha senso usare la direzione per valutare il consenso del gruppo dirigente, sarebbe come se in Italia le elezioni politiche si svolgessero ogni volta che qualcuno chiede di farlo.

Nessun partito in Italia ha l'organizzazione democratica del PD, è persino troppo democratico per me, dato che consente l'elezione del segretario e candidato premier ai non iscritti, mentre io credo che la politica di partito debba essere decisa dai partecipanti e non dai simpatizzanti, i quali esprimeranno poi il loro parere con il voto alle elezioni politiche.

Il congresso avviene obbligatoriamente entro 4 anni, salvo dimissioni del segretario che lo fanno scattare prima. Ci sono regole stringenti anche per stabilire equità nelle candidature, per esempio un candidato segretario del PD non può fare pubblicità a pagamento su tv o giornali, può solo fare manifestazioni e affiggere manifesti, con un tetto di spesa.  Una volta eletto però è giusto rispettarne l'autorità fino allo scadere del mandato, va benissimo metterlo in discussione, non va bene invece organizzare votazioni per la destituzione.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, mmorselli dice:

Ecco, se hai argomenti, qualsiasi, l'interesse ritorna. Ora si tratta solo di capire cosa hai scritto, perché mica l'ho capito...

 

 

Ma se è vero, e secondo me non lo è, che dici di non aver capito come puoi affermare che ho avanzato un argomento?

E' evidente che hai compreso di aver fatto una gaffes barbina e stai tentando di rimediare... ma mica serve dover rimediare... come ti ho già detto a noi non interessa quel che sei.

Puoi essere quel che preferisci, l'importante è che tu stia sereno.

Stai sereno, mmorselli.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi è Online   0 Utenti, 0 Anonimo, 33 Ospiti Visualizza tutti

    Non ci sono utenti registrati online

×