Jump to content
solidsnake

In fin di vita la figlia di Mike Tyson

Recommended Posts

La piccola Exodus, di soli 4 anni, è rimasta impigliata in una fune di un attrezzo da palestra. Ora è ricoverata "in gravi condizioni" all'ospedale di Phoenix

 

Tragedia in casa Tyson. Protagonista la figlia dell'ex campione del mondo dei pesi massimi Mike Tyson.

 

Exodus, di soli quattro anni, è stata trovata in fin di vita dal fratellino di sette nella casa di famiglia a Phoenix. Secondo quanto riportato dalla polizia locale sulla base delle ricostruzioni degli investigatori, la bambina è rimasta vittima di un incidente mentre giocava vicino ad un tapis roulant. Il fratello ha ritrovato la piccola impigliata in una fune che pendeva dalla macchina e che le si era attorcigliata intorno al collo.

 

Immediatamente, come riferisce il network ABC, il bimbo ha avvertito la madre che si trovava in un'altra stanza dell'abitazione impegnata nelle pulizie di casa e che subito ha provveduto a chiamare i soccorsi. Il 911 (il 118 americano) ha tentato di rianimare la piccola che, poi, è stata portata d'urgenza all'ospedale di Phoenix dov'è stata ricoverata in "condizioni critiche".

 

Il padre, l'ex campione del ring, al momento della tragedia si trovava a Las Vegas, ma è rientrato immediatamente a Phoenix appena saputo dell'incidente

Share this post


Link to post
Share on other sites

Speriamo che se la cavi. :think:

cosa te ne frega?

se per caso succede a tua figlia non verrà mai nemmeno pubblicato.

sti media danno troppo importanza alle persone dello spettacolo. mi fanno vomitare!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pietas cristiana .......

 

O ipocrisia ? :folle:

 

 

Se proprio la tv deve farci piangere per gli altri, che dia spazio alle vittime di torture e crimini contro l'umanità. Una frazione di quelli che accadono nel mondo riempirebbe il palinsesto di una settimana.

 

Far sapere che è successo alla figlia di Tyson non ha nulla a che vedere con la pietà cristiana, ha se mai a vedere con la curiosità morbosa. Nulla di cui vergognarsi, chi non ha mai guardato Rotten.com ?

 

Non a caso è stato postato in area "Altri Sport", e trovo che l'area sia la più corretta.

 

"curiosità morbose riguardo la vita privata di celebrità sportive"

 

 

E' come la cronaca rosa, ma in negativo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pietas cristiana .......

 

O ipocrisia ? :folle:

 

 

Se proprio la tv deve farci piangere per gli altri, che dia spazio alle vittime di torture e crimini contro l'umanità. Una frazione di quelli che accadono nel mondo riempirebbe il palinsesto di una settimana.

 

Far sapere che è successo alla figlia di Tyson non ha nulla a che vedere con la pietà cristiana, ha se mai a vedere con la curiosità morbosa. Nulla di cui vergognarsi, chi non ha mai guardato Rotten.com ?

 

Non a caso è stato postato in area "Altri Sport", e trovo che l'area sia la più corretta.

 

"curiosità morbose riguardo la vita privata di celebrità sportive"

 

 

E' come la cronaca rosa, ma in negativo.

 

Questione di punti di vista, tu parli di tv ..... io parlo del "Speriamo che se la cavi" di Dingo, sai ..... io e Dingo riusciamo ancora a dispiacerci per una bambina di 4 anni in fin di vita .... tu no, bene prendo atto e vado avanti...... non sono certo io quello che vuole farti cambiare idea ...... :folle:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche io, dopo aver letto la notizia, ne sono rimasto colpito.

Ho immaginato mentalmente quella povera piccina innocente semistrangolata ed il mio istinto paterno ha voluto subito rimuovere quell' immagine mentale.

 

Concordo con quanto detto da oversize.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questione di punti di vista, tu parli di tv ..... io parlo del "Speriamo che se la cavi" di Dingo, sai ..... io e Dingo riusciamo ancora a dispiacerci per una bambina di 4 anni in fin di vita .... tu no, bene prendo atto e vado avanti...... non sono certo io quello che vuole farti cambiare idea ...... :folle:

 

E quando ti ho parlato di "vittime di torture e crimini contro l'umanità" hai provato lo stesso dispiacere, oppure emotivamente ti sei sentito meno coinvolto ?

 

Sincero...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questione di punti di vista, tu parli di tv ..... io parlo del "Speriamo che se la cavi" di Dingo, sai ..... io e Dingo riusciamo ancora a dispiacerci per una bambina di 4 anni in fin di vita .... tu no, bene prendo atto e vado avanti...... non sono certo io quello che vuole farti cambiare idea ...... :folle:

 

E quando ti ho parlato di "vittime di torture e crimini contro l'umanità" hai provato lo stesso dispiacere, oppure emotivamente ti sei sentito meno coinvolto ?

 

Sincero...

 

Ma vai a ravanare nell' ortica.......

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questione di punti di vista, tu parli di tv ..... io parlo del "Speriamo che se la cavi" di Dingo, sai ..... io e Dingo riusciamo ancora a dispiacerci per una bambina di 4 anni in fin di vita .... tu no, bene prendo atto e vado avanti...... non sono certo io quello che vuole farti cambiare idea ...... :rolleyes:

 

E quando ti ho parlato di "vittime di torture e crimini contro l'umanità" hai provato lo stesso dispiacere, oppure emotivamente ti sei sentito meno coinvolto ?

 

Sincero...

 

E' mia abitudine essere sincero ..... e tutto quello che riguarda i crimini perpetrati dagli uomini contro gli uomini, dall'inizio dei tempi ad oggi anche dai cristiani (conosco a sufficienza la storia), mi provoca un profondo senso di tristezza e dispiacere..... e quindi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

cesco dove sei? Vieni a moderarli tutti quanti :biggrin2:

AHahahah, era un agguato allora! :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' mia abitudine essere sincero ..... e tutto quello che riguarda i crimini perpetrati dagli uomini contro gli uomini, dall'inizio dei tempi ad oggi anche dai cristiani (conosco a sufficienza la storia), mi provoca un profondo senso di tristezza e dispiacere..... e quindi?

 

Ne sono convinto, ma non è questo che ti ho chiesto. Ti ho chiesto se ti sei sentito emotivamente più coinvolto quando hai sentito la notizia della bimba di Tyson, o quando io, qui, sul forum, ho ricordato che nel mondo esistono vittime di torture e crimini contro l'umanità. Non parlo del giudizio a freddo su cosa sia più o meno terribile, ma sulla sensazione a caldo, quella che TILT ha ben delineato dicendo "da padre ho voluto eliminare l'immagine dalla mia mente".

 

Non so se fa la stessa cosa anche quando al TG parlano dei bombardamenti in Palestina, altrimenti passerebbe tutta la giornata eliminando immagini mentali. Eppure un sacco di padri perdono i figli piccoli sotto le macerie di Gaza.

 

 

La sensazione emotiva a caldo è più che legittima, anche io se vedo un morto sanguinante per strada sono molto più scosso che non se aprendo il giornale leggessi "Incidente sulla A1", ma quando sono qui che commento la notizia sul forum la sensazione a caldo dovrebbe aver già lasciato il posto alla razionalità. E la razionalità mi dice che nel mondo, purtroppo, ogni giorno muoiono decine di migliaia di bambini, in modi anche più strazianti che non strangolati con una corda, ma uno solo, perchè è figlio di una persona ricca e famosa, finisce sul giornale, e se mi struggessi per quello credo che farei torto agli altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' mia abitudine essere sincero ..... e tutto quello che riguarda i crimini perpetrati dagli uomini contro gli uomini, dall'inizio dei tempi ad oggi anche dai cristiani (conosco a sufficienza la storia), mi provoca un profondo senso di tristezza e dispiacere..... e quindi?

 

Ne sono convinto, ma non è questo che ti ho chiesto. Ti ho chiesto se ti sei sentito emotivamente più coinvolto quando hai sentito la notizia della bimba di Tyson, o quando io, qui, sul forum, ho ricordato che nel mondo esistono vittime di torture e crimini contro l'umanità. Non parlo del giudizio a freddo su cosa sia più o meno terribile, ma sulla sensazione a caldo, quella che TILT ha ben delineato dicendo "da padre ho voluto eliminare l'immagine dalla mia mente".

 

Non so se fa la stessa cosa anche quando al TG parlano dei bombardamenti in Palestina, altrimenti passerebbe tutta la giornata eliminando immagini mentali. Eppure un sacco di padri perdono i figli piccoli sotto le macerie di Gaza.

 

 

La sensazione emotiva a caldo è più che legittima, anche io se vedo un morto sanguinante per strada sono molto più scosso che non se aprendo il giornale leggessi "Incidente sulla A1", ma quando sono qui che commento la notizia sul forum la sensazione a caldo dovrebbe aver già lasciato il posto alla razionalità. E la razionalità mi dice che nel mondo, purtroppo, ogni giorno muoiono decine di migliaia di bambini, in modi anche più strazianti che non strangolati con una corda, ma uno solo, perchè è figlio di una persona ricca e famosa, finisce sul giornale, e se mi struggessi per quello credo che farei torto agli altri.

 

A caldo o a freddo cosa cambia .... e comunque non era una cosa a caldo, in fondo ho letto dell'incidente della bambina tanto quanto ho letto la tua frase sulle vittime di torture e crimini contro l'umanita' e sono emotivamente coinvolto da entrambi i casi .... vuoi una percentuale di preferenza per caso? :rolleyes:

I bombardamenti in Palestina mi coinvolgono emotivamente tanto quanto il terremoto in Abruzzo o la fucilazione dei dissidenti politici in Tibet, o le torture nel Carcere di Guantanamo dove addirittura i carcerieri oltraggiavano il corano, perche' non dovrebbe?

Tu hai detto che la mia e/o quella di Dingo era ipocrisia, benissimo sei libero di pensarlo.... io sono altrettanto libero di pensare che chi non si strugge (parole tue) "ogni giorno muoiono decine di migliaia di bambini, in modi anche più strazianti che non strangolati con una corda, ma uno solo, perchè è figlio di una persona ricca e famosa, finisce sul giornale, e se mi struggessi per quello credo che farei torto agli altri." e' un cinico.

 

:mazzodifiori:

Share this post


Link to post
Share on other sites

vuoi una percentuale di preferenza per caso? :mazzodifiori:

 

Si, esatto, proprio quello.

 

Tu stai girando attorno ad un concetto, che è "a tutti dispiace per le cose brutte del mondo". Ma questa è una ovvietà. Io invece sto dicendo "i media fanno in modo che ci si dispiaccia di più, quando le cose brutte accadono a qualcuno di ricco e famoso".

 

Se i morti sono tutti uguali, se i dolori sono tutti uguali, mi spieghi perchè la storia della bambina di Tyson sta sulle prime pagine di tutti i giornali, mentre quella di un bambino qualunque non c'è ?

 

E' giusto che sia un giornale a selezionare e decidere i casi per cui ci si debba dispiacere, scegliendoli con criterio di notorietà e non di valenza sociale ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Who's Online   0 Members, 0 Anonymous, 19 Guests (See full list)

    There are no registered users currently online

×