Jump to content

mmorselli

Admin
  • Content Count

    63499
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    53

mmorselli last won the day on October 25 2021

mmorselli had the most liked content!

Community Reputation

7 Ottimo

About mmorselli

  • Rank
    Soulless

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Reggio Emilia
  • Interessi
    costruire bottiglie dentro le navi. E' più facile.

Recent Profile Visitors

95212 profile views
  1. mmorselli

    Massimiliano Calvario

    Quando c'era la scritta scorrevole Isle era un progetto community, dimostrare di potersi sostenere finanziariamente è una questione di principio, nessuno lucra su 50 euro. Il punto è che se sei una community, ma dipendi dalla generosità di una persona, se quella persona si rompe il cazzo che succede? Devi sempre essere organizzato per poterti spostare altrove in qualsiasi momento. Quando sono rimasto solo io a tenere in piedi la baracca le donazioni le ho tolte, perché non c'era più bisogno di dimostrare nulla, è palese che Isle rimarrà aperto finché ne ho voglia, e si chiuderà il giorno che non ne ho più voglia.
  2. mmorselli

    sulla Shoutbox

    Solo crittovalute... manda qui ISLELD6UZRFVLYSWG3DIPZ7FJ54FKCMBWPD2TYMHUQL6I4J3GID47IBZKE
  3. mmorselli

    No Comment

    A chiunque, come sempre, o ti avrei scritto in privato. Siamo su un forum pubblico, è implicito che ogni risposta tenga in considerazione il fatto che i destinatari siano più di uno. Anche tu non stai scrivendo a me, scrivi perché vuoi essere letto, io sono solo uno che lo fa.
  4. mmorselli

    No Comment

    Certo, sono 15 anni che leggo quello che si scrive su Isle, finché lo tengo aperto sono l'admin... Magari senza fretta, ma leggo tutto. Non posso sapere se qualcosa mi interessa o meno, finché non l'ho letto.
  5. mmorselli

    No Comment

    Insomma, mi stai dicendo che per te è un problema se di sta cosa non me ne frega un cazzo. Ma io che ci posso fare? Temo rimarrà un problema irrisolto.
  6. mmorselli

    No Comment

    Al momento no, non mi crea problemi tenerlo aperto... Lo chiuderò quando per un bel po' di tempo nessuno scriverà più nulla, ma ho capito che finché sei al mondo questo non succederà
  7. mmorselli

    No Comment

    Scrivo una riga e ci produci sopra 6 post, più altri 6 fra un mese quando la andrai a ripescare. Mi stai dando troppa importanza, ancora di più di quella che mi dai dicendo idiota. Impara a fottertene anche di quello che penso io, hai troppo bisogno del giudizio degli altri, forse perché da anni è l'unico modo rimasto per ottenere attenzione. Ma fottitene anche dell'attenzione.
  8. mmorselli

    No Comment

    Sì, perché no... ? Impara a fottertene
  9. mmorselli

    No Comment

    di che si tratta?
  10. mmorselli

    No Comment

    Non ne ho di suggerimenti, quello che faccio io funziona con me, non per forza con gli altri. Non puoi cercarti degli interessi, sono loro che devono trovare te. Io però sono anche il tipo che si lascia prendere dalle passioni, quando qualcosa stimola il mio interesse voglio sapere tutto e questo mi porta a full immersion che durano anni e mi tengono impegnato più ore di quelle che ho. In più mi piace condividere le esperienze (virtuali), per cui in qualche modo mi ritrovo sempre invischiato a creare o gestire community sugli argomenti di mio interesse.
  11. mmorselli

    No Comment

    Ma può anche essere che non provi questi momenti di forte benessere perché non fai un cazzo di interessante tutto il giorno. La depressione è patologica quando non c'è una ragione, se ti muore il gatto e sei depresso mica è una malattia. Sono certo che se trovassi un progetto che ti appassiona, in cui mettere anima e corpo, proveresti momenti di grande soddisfazione, intervallati da tutta la rosa di emozioni positive e negative. Il depresso ne ha una sola di emozioni, e non si schioda da quella a prescindere da quello che la vita gli offre.
  12. mmorselli

    No Comment

    Sono abituato a dormire non più di 3 o 4 ore per notte, e con quelle sto come un bambino che ne dorme 10. Solo se scendo sotto le tre ore poi durante il giorno lo accuso. Una cosa che mi ha aiutato molto è stato quando ho smesso di lavorare fuori e ho iniziato a lavorare a casa mia, in questo modo invece che essere interrotto brutalmente da una sveglia mi alzo quando il corpo mi dice che ho dormito abbastanza.
  13. mmorselli

    No Comment

    Ma nessuno è immune all'ansia, ma è patologica se sei sempre in preda all'ansia, anche per cose futili o cose lontane nel tempo, o addirittura senza una causa. Se sei in ansia a causa di un problema reale che stai affrontando è normale, ma quel tipo di ansia in un giorno o due passa. Mi capiterà due volte in un anno, ma sono anche sottoposto a pochissimo stress, magari chi sta in un ambiente di lavoro di merda la prova ogni giorno e con ragione. Se abiti in una zona di guerra e sai che potrebbero bombardarti la casa mentre dormi, ci sta che vai a letto sempre con un po' d'ansia. I miei disturbi del sonno hanno un'altra radice, non mi piace andare a dormire, lo considero tempo perso, improduttivo perché sono incosciente e non faccio nulla. Adoro le mie giornate, le mie routine, e interromperle mi dispiace. Solo che se do retta al mio istinto sto sveglio 24 ore, così a volte mi impongo di andare a dormire, e faccio quella tecnica di respirazione per prendere sonno anche se non mi sento stanco.
  14. mmorselli

    No Comment

    E' naturale, si tratta di scienza storica, non può essere verificata come la fisica col principio dell'esperimento ripetibile. Si prende la teoria più plausibile sapendo che potrebbe anche non essere esatta. Ovviamente più indizi MISURABILI hai e più aumenta la confidenza nel fatto che il modello sia per lo meno una buona approssimazione. Questo è abbastanza irrilevante, da qualche parte si sarà pur dovuto verificare questo fenomeno, poi che sia stato sulla terra 4 miliardi di anni fa, o al centro della Galassia 10 miliardi di anni fa, non cambia nulla, la Terra non è speciale, però visto che la vita l'abbiamo trovata qui, quale delle due ipotesi è più forte? Ovviamente quella che sia nata qui. Pur sapendo che potrebbe non essere vero. Che, conoscendoti, sarà un modello totalmente inventato, con ancora meno prove, ma che ti affascina più degli altri, un po' perché è meno noioso, un po' perché ti fa sentire speciale, detentore di una conoscenza che solo pochi possiedono. O salvo tumori, non è così semplice. Ma del resto mica devi andare lontano per trovare il segreto della giovinezza, basta prendere un coccodrillo, che non invecchia o comunque ha un processo d'invecchiamento che non riusciamo a misurare. Un coccodrillo di 80 anni è praticamente uguale ad uno di 20 anni, solo è più grande. Ora, se riesci a replicare questa cosa in un essere umano accomodati, in fondo si tratta di un coccodrillo, un organismo complesso, non una medusa o una stella marina. Soprattutto esiste un assioma che dice che questo assioma è una scemenza. La scienza non può essere intesa in termini generici, le Leggi della fisica una volta dimostrate rimangono per sempre, possono essere estese ad ambiti non contemplati dalla teoria precedente, che però nel suo ambito rimane. Le Leggi di Newton continuano a rimanere valide malgrado Einstein, e la Relatività negli ambiti in cui è valida, resterà valida. Se invece parliamo di Cosmologia, altro che 100 anni, bastano 10 anni per rimettere in discussione tutti i modelli, ma perché appunto anche la Cosmologia è una scienza storica, non può essere verificata con gli esperimenti. Non ha nessuna importanza se ti convincono o se ti sembrano particolarmente affascinanti, se le sue idee non sono supportate da qualcosa di oggettivamente misurabile diventano identiche a quelle di chi affermi l'esatto contrario, magari in termini ancora più affascinanti. I libri di Ron Hubbard alla base di Scientology hanno la stessa valenza, basta crederci. Se lo sapessi non sarebbero scomparse. Probabilmente non le si cerca abbastanza, a maggior ragione se sono 10 mlioni (0,12% della popolazione mondiale). La metà di questa percentuale (0,06%) sarà gente abbastanza matta da andarsi a suicidare in posti dove nessuno penserebbe mai di cercarli, velocemente divorati da animali selvatici, il resto saranno omicidi fatti con cura. L'altra metà è quella che non viene trovata. Mica abbiamo un microchip col GPS sotto pelle. Gli USA hanno un territorio vastissimo, molto selvaggio, e sono terribilmente individualisti, non ti riconoscono nemmeno le cure per una malattia grave se non hai una buona assicurazione, figurati se perdono tempo e soldi per cercare qualcuno di cui a nessuno frega niente. Sarà tutta gente sbranata da lupi e coyote. Oltre al tasso di criminalità elevatissimo che non ci permette di sapere il numero esatto di omicidi consumati, ma solo di quelli scoperti (che saranno pochissimi, visto che con un po' di furbizia far sparire un cadavere non è poi complicato, soprattutto se ti capita spesso di doverlo fare)
  15. mmorselli

    No Comment

    soprattutto hanno un comando "Muori!" che si chiama apoptosi.
×