Jump to content
jhonny

www.italianshare.net/

Recommended Posts

Eccelle, brilla, rifulge.

La sua personalità si impone carismaticamente.

E' fuor di dubbio: svetta.

 

... e quanta puerilità... chi ti da ragione, svetta, chi ti da torto, è un cretino... ma quanto sei palese? :superlol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

la scatoletta, la panda

 

Fantastica, una delle macchine più azzeccate della FIAT. Ed' anche una delle macchine più divertenti da guidare (in particolare quella che monta il 1000 Fire). Gli si può far fare di tutto! :worthy:

 

Evidentemente non hai mai guidato una A5 3200, altrimenti non avresti bestemmiato così forte :folle:

 

Ma vaffanculo! :folle:

 

Cosa c'entra? Era ovvio che mi riferivo a macchine di pari o simile potenza.

 

 

C'entra, perchè le mie 2 auto erano una A5 e una Panda a metano, ma l'audi la vendetti non molto tempo fa perchè non la usavo poi molto, era uno sfizio che mi ero fatto passare, ma ogni volta era un orgasmo, mi dava la sensazione di stare in un kart molto potente :folle: ..e adesso me la piango maledizione :wallbash: :wallbash: :wallbash: però ho fatto bene, se aspettavo ancora qualche anno ci avrei perso un casino, senza contare che mia moglie, un giorno che l'ha usata, torna e mi fa con la voce tremante :asd: :ho preso un marciapiede, si è un po' graffiata la macchina.

 

E vabè, non fa niente, non ti preoccupare.

 

Passano un paio di giorni e manco ci faccio caso perchè il posto del graffio è "strategico" :folle:

 

Una sera torno a casa e mi cade l'occhio nella zona sotto la portiera, quasi sotto la macchina, uno squarcio sprofondato nella lamiera apertura mezzo centimetro di roba :folle: :folle: :folle: :folle:

 

Praticamente non aveva vista lo spigolo di un muretto, non un marciapiede e ci era salita sopra :wallbash:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se c'è crisi, c'è crisi

 

Quindi se c'è crisi non guardi film, ti compri il pane. Se c'è crisi non ascolti musica, ti compri da bere. Se c'è crisi non giochi, ti paghi la rata del mutuo. Cioè, ma il concetto di tirare la cinghia per voi non esiste? C'è crisi? Sì. Allora campo peggio di quanto la crisi non c'è. Mi pare semplice.

Share this post


Link to post
Share on other sites

bhè certo, dai 150 ai 400 milioni di dollari, perchè i primi 20 milioni se li piglia Angiolina la tirapompini, n'altri 20 se li piglia lo stallone italiano, n'altri 20 quel frocio di brad pitt... ma finiscila.

 

Non sai nemmeno di cosa parli. Oggi le produzioni costano queste cifre perchè sono basate sulla tecnologia, e visto che la tecnologia è una cosa che si può comprare, chi ha più soldi ne compra di più ed ottiene un prodotto tecnicamente migliore. E' come nella Formula1, se vuoi essere pari agli altri devi spendere quanto gli altri, e questo aveva innescato in circolo vizioso che ha obbligato ad introdurre tetti di spesa, che invece nel cinema non esistono. Il fatto che l'attore principale prenda 20 milioni non fa che confermare la tesi, lo si paga 20 milioni perchè rappresenta l'eccellenza, altrimenti se fosse buona la tua teoria per cui per fare un film bastano 4 nerd con 4 supercomputer, si potrebbe prendere un attore che costa meno. Se non ti piace essere smentito, invece che parlare per luoghi comuni, riflettici sopra un po'.

 

L'esempio di sopra voleva essere solo un esempio molto estremo, ma vedo che se le cose non ve le imboccano col cucchiano, non ci arrivate.

 

Quanto orgoglio... non puoi semplicemente, anche tu, dire "ho detto una cazzata, la prossima volta prima di parlare senza sapere googolo un po'" ?

 

Ma che cazzo è sta storia che devo pagare la siae per esempio?

Tu fai il film, il gioco, il disco ed io ti pago per usufruirne, sarebbe molto più lineare, invece no, una parte la devo dare a questa gente che non si sa che cazzo fa per meritarli. E' la stessa cosa del camorrista che si fa pagare la protezione. Evidentemente la camorra a sua volta non versa troppo nelle casse dello stato, altrimenti avrebbero legalizzato pure il pizzo. :wallbash:

 

La SIAE va riformata, ma il diritto d'autore, per come funziona, ha bisogno di un sistema di raccolta. Se tu fai una canzone, e questa viene suonata nelle discoteche, che devono fare i dj di tutto il mondo? Farti un bonifico personale da 5 euro ogni volta che la suonano? E le radio, altrettanto? E questo ad ogni artista, per ogni volta? E il tutto ovviamente a fiducia?

 

Quanta superficialità...

 

 

Riguardo una cazzata, l'ho detta per estremizzare e per far capire che il cinema si è evoluto, ma come detto, se non ti si spiega una sillaba alla volta tu non capisci, perchè leggi solo quello che ti fa comodo. Lo so bene quanta gente ci sta su queste tecnologie, hai mai visto i titoli di coda di un videogioco fatto coi controcoglioni? Spesso c'è più gente di un colossal del cinema.

 

Discorso SIAE, perchè superficialità? Io sono proprietario di un locale, o un dj, compro il cd e ne faccio quello che cazzo voglio, basterebbe fare 2 prezzi diversi, se acquistato da un privato lo paghi x, se da una ditta lo paghi x+y, dove y non va alla siae, ma all'autore. Punto e basta, meno intermediari, meno tasse da pagare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mmorselli,

non dirmi che stai rosicando come un bimbetto.

 

che noia... solito copione... finiti gli argomenti, finiti i bluff, l'ultima arma per provare a limitare la figura di merda è: rosichi!

 

E vabbè... se il convento non passa interlocutori di maggior spessore, accontentiamoci del materiale umano che c'è :shrug:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mmorselli,

non dirmi che stai rosicando come un bimbetto.

 

che noia... solito copione... finiti gli argomenti, finiti i bluff, l'ultima arma per provare a limitare la figura di merda è: rosichi!

 

E vabbè... se il convento non passa interlocutori di maggior spessore, accontentiamoci del materiale umano che c'è :shrug:

 

Ma la finisci di roderti il fegato ?

 

Non ci fai una bella figura.

 

Ed io i cappottini non li voglio gratuitamente.

Ripigliatelo; puzza di bimbetto frignone e non so cosa farmene.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se c'è crisi, c'è crisi

 

Quindi se c'è crisi non guardi film, ti compri il pane. Se c'è crisi non ascolti musica, ti compri da bere. Se c'è crisi non giochi, ti paghi la rata del mutuo. Cioè, ma il concetto di tirare la cinghia per voi non esiste? C'è crisi? Sì. Allora campo peggio di quanto la crisi non c'è. Mi pare semplice.

 

Ma non è giusto che ci siano classi che debbano essere penalizzate. Anche lo svago, anche un film o una canzone o un gioco, deve essere alla portata dell'operaio col mutuo da pagare, non vedo perchè debba essere il contrario.

 

Sul tirare la cinghia, se ti rivolgi a me personalmente, io so benissimo cosa significa, e so anche che significa il benessere, quindi di esperienza ne ho, in entrambe le posizioni, e ti posso dire che a maggior ragione, chi ha problemi, ha bisogno anche di passare 5 minuti in distrazione, senza pensare ai problemi che ha. Ovviamente spero iunterpreti bene il significato di questa cosa, e non ci fai un altro ricamino.

 

 

PS:

ancora non mi hai risposto a quella domanda che ti ho fatto, ovviamente se vuoi puoi anche glissare, ma la mia era solo curiosità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riguardo una cazzata, l'ho detta per estremizzare e per far capire che il cinema si è evoluto, ma come detto, se non ti si spiega una sillaba alla volta tu non capisci, perchè leggi solo quello che ti fa comodo. Lo so bene quanta gente ci sta su queste tecnologie, hai mai visto i titoli di coda di un videogioco fatto coi controcoglioni? Spesso c'è più gente di un colossal del cinema.

 

Riguardo la cazzata, l'hai detta e basta... vorrei ricordati le tue parole: "Non è come una volta che per girare una scena di fantascienza ci volevano 40 persone. Adesso pigli 4 nerd, gli dai 4 supercomputer, e loro dal nulla ti creano un film intero. E' normale che l'occupazione sia scesa anche lì.". Per cui, o l'occupazione è scesa, oppure ci vogliono 6000 persone e 200 milioni di dollari a fare un film, e quindi è salita. Non è che siamo al bar, mezzi bevuti, e ci scordiamo quello che si dice dopo 5 minuti... siamo su un forum, se scriviamo, siamo responsabili delle stronzate che ci scappano.

 

Discorso SIAE, perchè superficialità? Io sono proprietario di un locale, o un dj, compro il cd e ne faccio quello che cazzo voglio, basterebbe fare 2 prezzi diversi, se acquistato da un privato lo paghi x, se da una ditta lo paghi x+y, dove y non va alla siae, ma all'autore. Punto e basta, meno intermediari, meno tasse da pagare.

 

Perché il diritto d'autore serve appunto a garantire un guadagno dalla componente artistica, non dalla componente materiale, e la componente artistica è un valore nel tempo decretato dal gradimento. Se io scrivo OGGI una canzone non posso sapere quante volte verrà suonata in discoteca negli anni a venire, per cui non posso OGGI stabilire un prezzo. Se faccio una canzone che alla gente non piacerà non la suoneranno mai, per cui non potrei chiedere OGGI 100.000 euro per il CD in versione "radio e discoteche", ma se il mio pezzo verrà suonato ogni 10 minuti, ovunque, perchè alla gente piace, e farà guadagnare un sacco di soldi a radio e discoteche, allora è giusto che una parte di quei soldi, guadagnati dopo, venga a me. E' per questo che esistono meccanismi di raccolta come la SIAE. Va riformata, adeguata, ripulita dalle incongruenze, ma non si può prescindere da un meccanismo analogo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mmorselli,

non dirmi che stai rosicando come un bimbetto.

 

che noia... solito copione... finiti gli argomenti, finiti i bluff, l'ultima arma per provare a limitare la figura di merda è: rosichi!

 

E vabbè... se il convento non passa interlocutori di maggior spessore, accontentiamoci del materiale umano che c'è :shrug:

 

Ma la finisci di roderti il fegato ?

 

Non ci fai una bella figura.

 

Ed io i cappottini non li voglio gratuitamente.

Ripigliatelo; puzza di bimbetto frignone e non so cosa farmene.

 

 

... e il fegato.... e i cappottini... boredom.gif

 

 

 

 

 

lazy.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma non è giusto che ci siano classi che debbano essere penalizzate. Anche lo svago, anche un film o una canzone o un gioco, deve essere alla portata dell'operaio col mutuo da pagare, non vedo perchè debba essere il contrario.

 

Guarda che anche a vederla così: se compri un gioco non recentissimo lo paghi anche 10 euro. Per uno che non può permettersi un titolo nuovo a 70€ mi pare un buon compromesso: non avrai l'ultima cazzata uscita sul mercato, ma comunque con una cifra relativamente ridotta (ok, c'è chi non può cacciare nemmeno i dieci euro, ma a questo punto ditelo che lo volete gratis e chiudiamo la questione) il tuo svago lo hai lo stesso e per te si tratta comunque di roba nuova. Il problema è che chi giustifica il P2P vorrebbe l'ultimo gioco, film od album musicale e dice che vorrebbe pagarlo come qualcosa che ha sul groppone 2-3 anni. Questo se permetti non è proponibile.

 

PS:

ancora non mi hai risposto a quella domanda che ti ho fatto, ovviamente se vuoi puoi anche glissare, ma la mia era solo curiosità.

 

Quale domanda?

Share this post


Link to post
Share on other sites

In ogni caso, già da un paio di anni, ho deciso che non avrei più scaricato materiale da internet.

Ed ho visto che si campa ugualmente.

Il motivo di ciò risiede nel fatto che m'è venuta una forte passione per il cinema;

tutte le settimane, o quasi, vado a vedermi un film nuovo al cinema e per i film vecchi vado dal noleggiatore; ho tre noleggiatori diversi proprio perchè così facendo riesco sempre a trovare ciò che voglio, anche i film che non sono più nei distributori automatici.

Vero che in questi ultimi anni i film sono sempre più scadenti ma, a differenza di quanto sostengono i favorevoli al p2p, è da imputare proprio a costoro la colpa di questa bassa qualità in quanto le case di produzione hanno sempre meno introiti a causa del p2p selvaggio.

A sentir i favorevoli del p2p sarebbe la qualità scadente a giustificare il downoload selvaggio prprio perchè i film non meriterebbero il prezzo del biglietto.

Sta di fatto che, da quando è possibile vedere un film di prima visione su internet, la qualità è dovuta scendere proprio per compensare questo enorme mancato introito.

 

Io amo andare al cinema, con gli amici, con le amiche, con la mia compagna e con mia figlia pertanto mi piacerebbe vedere film belli però questo p2p selvaggio sta uccidendo il cinema; così come il p2p selvaggio ha fatto sparire i vucumprà nigeriani che vendevano cd/dvd piratati per strada.

Se la pirateria ha fatto sparire i vucumprà, che nemmeno pagavano le tasse, figuriamoci l' entità del danno che hanno causato alle case di produzione che le tasse le pagano.

Insomma, quando "rubavi" tu era sacrosanto. Poi hai smesso di "rubare", per motivi veniali, e di conseguenza il furto è diventato Furto. Come sempre, la coerenza sembra) un optional.

 

Detto questo, la teoria che i film siano peggiorati per colpa del P2P è interessante. Secondo me è comunque una sciocchezza. Un conto sono i vucumprà, un conto le major. Piuttosto, direi che mancano le idee, le idee che una volta facevano grandi i film e che adesso hanno abdicato agli effetti speciali fini a sé stessi, al 3D inutile, al remake incontrollato. Non mancano i soldi alle major, basti vedere i budget stratosferici di certe sciocchezze epocali, ma, appunto, le idee. Qualche centinaia di migliaia di "ladri" (perchè non parliamo di svariate centinaia di milioni di persone) sui circuiti P2P non riescono ad affossare il successo commerciale di un film. Anni di sceneggiature ridicole, di film girati con i piedi e di politiche distributive idiote ci riescono eccome.

 

Il cinema è vittima di sé stesso, non del P2P. È il sistema produttivo italiano attuale lo dimostra pienamente. In passato, oltre alle grandi produzioni, c'era anche un fertile sottobosco di cinema di "genere". Costava poco e incassava. Poi è morto. Sarebbe interessante capire il perché.

 

L'unico vero danno derivante dal P2P l'ha avuto il sistema produttivo che ruota intorno al genere pornografico. E questo è innegabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Meglio vendere una sola copia di un software a 4000 € e sapere che altri 20 l'hanno scaricato craccato, o meglio vendere a 21 persone al prezzo di 200€?[/Quote]

nel tuo lavoro è meglio te che guadagni 1000 euro al mese e 9 disoccupati a zero stipendio o tutti assieme che guadagnano 100 ?

 

E che c'azzecca sta cosa? Se lui ha uno stipendio da 1000 € al mese è sicuro che gli altri 9 non possono "downloadargli" il lavoro. Il software no, te lo scarichi.

Anche se, da un po' di anni a questa parte, non c'è nemmeno da stare sicuri così, anche il lavoro viene downloadato :folle: considerando che 10 cinesi, o ghanesi o srilankesi, a nero, tutti in una stanza, che mangiano una volta al giorno, che se s'ammalano o guariscono spontaneamente o crepano, vengono a costare quanto lo stipendio che piglia uno solo.

 

vedo che ci sei arrivato :ok:

 

ed economicamente parlando è meglio 10 da 100 che uno da 1000, si movimenta più mercato

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'unico vero danno derivante dal P2P l'ha avuto il sistema produttivo che ruota intorno al genere pornografico. E questo è innegabile.

 

Ma nemmeno, guarda... Proprio perchè gestito da una generazione "fresca", e non da cariatidi, il porno è il primo che ha saputo cavalcare l'onda dell'innovazione. I produttori si sono spostati su Internet, dove vendono lungometraggi in HD in abbonamento mensile. Chi compra ha la sensazione di avere molto di più con meno, è più invogliato perchè ha il prodotto a portata di mano, e la qualità (tecnica, quella artistica è troppo soggettiva) ha raggiunto livelli altrimenti impossibili con i DVD. E vendono, perchè scaricare dal P2P in fondo è uno sbattimento, e comporta compromessi... poter scaricare al giusto prezzo da un circuito legale è molto meglio, il P2P è un compromesso che si accetta quando l'alternativa viene giudicata inadeguata.

 

I distributori di DVD vanno giusto bene per chi ha gli autolavaggi, e magari si sentono colpiti in prima persona da un mondo che cambia in fretta e che taglia fuori i conservatori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

I distributori di DVD vanno giusto bene per chi ha gli autolavaggi, e magari si sentono colpiti in prima persona da un mondo che cambia in fretta e che taglia fuori i conservatori.

 

 

Ma la pianti di portarmi a domicilio i cappottini ?

Ho detto che non li voglio quelli di quando andavi all' asilo e rosicavi per l' invidia.

 

 

 

 

Trippetto, idiota nazista, vuoi me ?

Oggi io non voglio te e quando avrò voglia di sgarrarti nuovamente l' ano sarò io a cercarti.

Per il momento accontentati di quotarmi e di fare il mio personale coprofago.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Who's Online   0 Members, 0 Anonymous, 122 Guests (See full list)

    There are no registered users currently online

×