Jump to content
Sign in to follow this  
B.A.BARACUS

Che figura di merda

Recommended Posts

Wada: doping Russia diretto da Stato, escluderla dalle Olimpiadi Putin: tutti i dirigenti pubblici accusati saranno momentaneamente sospesi

 

65249a23f752408b053c7eafa3073916.jpg

 

Il doping dello sport russo era coperto e favorito dallo Stato, e non solo per l'atletica leggera: e' la conclusione del rapporto dell'agenzia Mondiale antidoping. Per la Wada, si trattava di un 'sistema di falsificazione' dei test ordinato dalle autorita' politiche. Il laboratorio di Sochi in particolare opero' per consentire ad atleti russi dopati di competere ai Giochi 2014, e tutto sotto indicazione del ministro dello sport di Mosca, con il controllo dei servizi segreti. La manipolazione dei test antidoping nello sport russo coinvolgeva il laboratorio di Sochi, ma anche quello di Mosca, per almeno 312 casi: lo sostiene il rapporto Wada della commissione indipendente diretta da Richard McLaren, secondo cui il sistema messo in piedi dal ministero dello Sport cominciò con Vancouver nel 2010, coinvolse "in pratica tutti gli sport', ebbe effetto anche a Londra 2012, ai mondiali di atletica di Mosca 2013 ed a quelli di nuoto di Kazan 2015.

A capo del sistema di falsificazione dei test antidoping per gli atleti russi, tra 2010 e 2015, c'era il ministero dello sport di Mosca, con la collaborazione dei servizi di sicurezza (l'Fsb, ex Kgb) e del centro nazionale di preparazione del Team Russia: lo sostiene il rapporto Wada della commissione indipendente, guidata dall'avvocato canadese Richard McLaren, le cui conclusioni sono state rese note oggi. Il rapporto conferma le denunce dell'ex direttore del laboratorio antidoping russo, Grigory Rodchenkov, fuggito negli Usa dopo la morte in circostanze poco chiare di due colleghi. McLaren garantisce che le principali conclusioni del suo rappporto "sono supportate da prove" e ha definito "metodo di sparizione dei casi positivi" il modo in cui i test sfavorevoli agli atleti russi venivano fatti 'sparire'. Mc Laren sostiene che di tutto ciò veniva costantemente informato, in occasione dei Giochi di Sochi, il viceministro dello Sport, Yuri Nagornykh e sottolinea il fatto che, a suo dire "il Ministro dello Sport non potesse non essere a conoscenza della cosa, viste le dimensioni del fenomeno".

La Wada ha poi chiesto ufficialmente di escludere tutte le nazionali della Russia dalle gare dell'Olimpiade di Rio.

Tutti i dirigenti pubblici accusati nel rapporto Wada di essere coinvolti nello scandalo doping saranno temporaneamente sospesi dai loro incarichi fino alla fine delle indagini: lo ha dichiarato il presidente russo Vladimir Putin, citato dall'agenzia Interfax.

Bach, Cio pronto alle più dure sanzioni - Il Cio è pronto "alle più dure sanzioni" nei confronti di persone e organismi coinvolti nello scandalo doping della Russia, così come rivelato dal rapporto Wada pubblicato oggi che rivela "un inedito e choccante attacco all'integrità dello sport e dei Giochi Olimpici". E' il messaggio del presidente del Comitato olimpico internazionale, Tomas Bach, in attesa dell'esecutivo convocato d'urgenza per domani in via telefonica per decidere su sospensioni immediata in chiave Rio 2016. Le conclusioni del rapporto mostrano uno choccante e inedito attacco all'integrità dello sport e dei Giochi Olimpici - dichiara Bach -. Di conseguenza il Cio non esiterà a prendere le più dure sanzioni a disposizione contro ogni individuo o organismo implicato". Per domani è stato convocato un esecutivo telefonico che "potrebbe includere misure provvisorie e sanzioni - spiega il Cio - relativi ai Giochi olimpici di Rio 2016". Il Comitato olimpico aggiunge che in queste ore "studierà con attenzione queste complesse e dettagliate accuse" nel rapporto appena ricevuto dalla commissione McLaren, in particolare "in relazione al ministero russo dello sport".

 

 

 

 

 

:folle: :folle: :folle:

 

Chiaramente è colpa degli ammericani se i russi prima si sono pompati e poi si son fatti beccare. Wolf il nandrolone te lo spari anche tu? :asd:

Edited by B.A.BARACUS

Share this post


Link to post
Share on other sites

la russia stà esagerando su internet,

iptv link, avaxhome edicola virtuale, futubox, file hosting uploaded.net,

tutto il crack del mondo e solo se è russo regge nel tempo.

Se ne sbattono, da loro, e chissà perchè, non si infrange nessuna legge :shrug:

no?

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Wada: doping Russia diretto da Stato, escluderla dalle Olimpiadi Putin: tutti i dirigenti pubblici accusati saranno momentaneamente sospesi

 

65249a23f752408b053c7eafa3073916.jpg

 

Il doping dello sport russo era coperto e favorito dallo Stato, e non solo per l'atletica leggera: e' la conclusione del rapporto dell'agenzia Mondiale antidoping. Per la Wada, si trattava di un 'sistema di falsificazione' dei test ordinato dalle autorita' politiche. Il laboratorio di Sochi in particolare opero' per consentire ad atleti russi dopati di competere ai Giochi 2014, e tutto sotto indicazione del ministro dello sport di Mosca, con il controllo dei servizi segreti. La manipolazione dei test antidoping nello sport russo coinvolgeva il laboratorio di Sochi, ma anche quello di Mosca, per almeno 312 casi: lo sostiene il rapporto Wada della commissione indipendente diretta da Richard McLaren, secondo cui il sistema messo in piedi dal ministero dello Sport cominciò con Vancouver nel 2010, coinvolse "in pratica tutti gli sport', ebbe effetto anche a Londra 2012, ai mondiali di atletica di Mosca 2013 ed a quelli di nuoto di Kazan 2015.

A capo del sistema di falsificazione dei test antidoping per gli atleti russi, tra 2010 e 2015, c'era il ministero dello sport di Mosca, con la collaborazione dei servizi di sicurezza (l'Fsb, ex Kgb) e del centro nazionale di preparazione del Team Russia: lo sostiene il rapporto Wada della commissione indipendente, guidata dall'avvocato canadese Richard McLaren, le cui conclusioni sono state rese note oggi. Il rapporto conferma le denunce dell'ex direttore del laboratorio antidoping russo, Grigory Rodchenkov, fuggito negli Usa dopo la morte in circostanze poco chiare di due colleghi. McLaren garantisce che le principali conclusioni del suo rappporto "sono supportate da prove" e ha definito "metodo di sparizione dei casi positivi" il modo in cui i test sfavorevoli agli atleti russi venivano fatti 'sparire'. Mc Laren sostiene che di tutto ciò veniva costantemente informato, in occasione dei Giochi di Sochi, il viceministro dello Sport, Yuri Nagornykh e sottolinea il fatto che, a suo dire "il Ministro dello Sport non potesse non essere a conoscenza della cosa, viste le dimensioni del fenomeno".

La Wada ha poi chiesto ufficialmente di escludere tutte le nazionali della Russia dalle gare dell'Olimpiade di Rio.

Tutti i dirigenti pubblici accusati nel rapporto Wada di essere coinvolti nello scandalo doping saranno temporaneamente sospesi dai loro incarichi fino alla fine delle indagini: lo ha dichiarato il presidente russo Vladimir Putin, citato dall'agenzia Interfax.

Bach, Cio pronto alle più dure sanzioni - Il Cio è pronto "alle più dure sanzioni" nei confronti di persone e organismi coinvolti nello scandalo doping della Russia, così come rivelato dal rapporto Wada pubblicato oggi che rivela "un inedito e choccante attacco all'integrità dello sport e dei Giochi Olimpici". E' il messaggio del presidente del Comitato olimpico internazionale, Tomas Bach, in attesa dell'esecutivo convocato d'urgenza per domani in via telefonica per decidere su sospensioni immediata in chiave Rio 2016. Le conclusioni del rapporto mostrano uno choccante e inedito attacco all'integrità dello sport e dei Giochi Olimpici - dichiara Bach -. Di conseguenza il Cio non esiterà a prendere le più dure sanzioni a disposizione contro ogni individuo o organismo implicato". Per domani è stato convocato un esecutivo telefonico che "potrebbe includere misure provvisorie e sanzioni - spiega il Cio - relativi ai Giochi olimpici di Rio 2016". Il Comitato olimpico aggiunge che in queste ore "studierà con attenzione queste complesse e dettagliate accuse" nel rapporto appena ricevuto dalla commissione McLaren, in particolare "in relazione al ministero russo dello sport".

 

 

 

 

 

:folle: :folle: :folle:

 

Chiaramente è colpa degli ammericani se i russi prima si sono pompati e poi si son fatti beccare. Wolf il nandrolone te lo spari anche tu? :asd:

 

 

oppio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

:folle: :folle: :folle:

 

Chiaramente è colpa degli ammericani se i russi prima si sono pompati e poi si son fatti beccare. Wolf il nandrolone te lo spari anche tu? :asd:

 

 

Chiarissimamente :asd:

 

Non fare il coglione, gli ammericani sono iprimi dopati ed i primi responsabili di tutto, sempre :folle:

Share this post


Link to post
Share on other sites

DOPING DI STATO.

 

Non si può sentire :megalol:

 

Lascia perdere gli americani che stanno troppo avanti, si bombavano ai rodei quando i nostri nonni ancora erano nati. Non siete degni nemmeno di lustrare le scarpe. :asd: Hai presente uno dei simboli del doping estremo, Greg Valentino? "Gli steroidi sono americani come la torta di mele" E con questo disse tutto. :folle:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Who's Online   0 Members, 0 Anonymous, 28 Guests (See full list)

    There are no registered users currently online

×