Jump to content
°°° Pennuto °°°

ItalianShare chiude le registrazioni

Recommended Posts

prendi la pizza , al pizzaiolo costa 50cent e la rivende a 5 euro eppur tutti la comprano , se costasse 20 la comprerebbero in pochi .

 

Confondi il costo di produzione con il costo della materia prima. Al pizzaiolo la pizza non costa 50 cent, altrimenti tutti i pizzaioli girerebbero tutti in Ferrari. Molti, invece, falliscono, perchè il margine è risicato e il rischio d'impresa altissimo. Nel prezzo di quella pizza c'è dentro anche il mutuo per comprare la pizzeria, le opere di restauro per rendere attraente il locale, il recupero del giorno precedente in cui hai tenuto aperto e sono venute quattro persone.

 

Anche nell'editoria tradizionale, carta, musica e video, ci sono investimenti che non rientrano, perchè si vende meno di quello che si è speso a promuovere. Dietro un successo sai quanti fallimenti che ci sono?

 

Discorso aleatorio degno di un cipresso o di un dingo qualsiasi. A te che cazzo fotte di quanto vuol guadagnarci su chi produce un film, una canzone, un libro? La questione non è se un qualcosa è caro o meno, ma se te lo puoi permettere o no. Se puoi permettertelo, bene: caccia i soldi ed usufruisci di quel bene. Non puoi permettertelo? Lo prendi nel culo, non sta scritto da nessuna parte che il mondo deve adeguarsi ai pezzenti parassiti.

non sta scritto da nessuna parte che se uno non può permettersi di comprare 100 cd non abbia comunque il diritto di ascoltarli.

può tranquillamente scaricarli.

un cd quanto costa? 10 euro? 15?

 

bene, uno può tranquillamente decidere di rinunciare al cd, all'involucro e alle copertine e comunque ascoltare musica grazie a internet.

che c'è di male? l'hai detto tu che tanto non poteva comprare il cd quindi non fa una piega.

scaricando un album in mp3 non rubo un cd , il cd resta al negozio o 'ndo cazzo te pare. io scarico la musica e ascolto la muscia, NON commetto un furto, mica entro a rubare in un negozio.

 

quello che non entra nella tua testa bacata e ben educata dal lavaggio del cervello che t'han fatto i tuoi datori di lavoro (F.I.M.I.) è che IL P2P NON È UN FURTO

no nhe sbagli cipresso !Tu hai diritto di usufruire se paghi altrimenti vai a piedi

visto che stiamo parlando di cultura il tuo discorso si traduce in:

"Ha diritto ad una cultura chi ha i soldi, chi non li ha resta ignorante"

 

ti rendi conto della cazzata assurda che hai scritto?

 

allo stesso modo, seguendo la stessa linea di pensiero uno potrebbe dire:

"Se hai i soldi mangi altrimenti muori di fame [ecchissenefrega se non li hai perchè non c'è lavoro e la disoccupazione è in continuo aumento] "

 

capisci che questa è la stessa posizione delle major, nonostante loro trattino la vendita di prodotti culturali che NON gli appartengono ?

 

se la situazione fosse questa allora capisci che non avrebbe importanza discutere dell'argomento "P2P è un furto o meno ?" perchè l'unica risposta possibile sarebbe:

 

"Furto o non furto che importanza ha? Se un modello economico impedisce a una persona di avere cibo con cui campare quella persona ha tutte le ragioni per prendere il cibo anche se non ha i soldi per pagarlo, e se è costretta FA BENE A RUBARLO.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo voi un oggetto falso come le Nike o una scarpa di Prada Made in china (o pontedera) sono da difendere?

 

Sbagliano quelli della finanza a sequestrare le Vuitton false?

:folle:

a parte che hai citato proprio i prodotti sbagliati:

la Nike sfrutta manodopera infantile in China. Io direi che andrebbe boicottata e non andrebbero acquistati manco i falsi (comprarli comporterebbe mettersi addosso l'infame logo Nike e far pubblicità all'infame multinazionale).

 

 

mentre la Prada, in Italia ad esempio, subappalta la manodopera a ditte cinesi (lavoro nero)... [ma qua non l'ha proprio letto nessuno Gomorra? :whistling: ]

 

Oltretutto la Prada è di proprietà di una coppia sposata in cui una delle due persone gestiva la principale fornitura di prodotti Prada falsificati. Si sono sposati loro e si sono unite anche le due attività.

 

 

 

Ultima cosa, ma non certo la meno importante: la contraffazione è un business e procura introiti (in nero tra l'altro) a chi la porta avanti

scaricare un libro da internet NON è evasione fiscale, NON è lucrare, è semplicemente sacrosanta fruizione di cultura

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo voi un oggetto falso come le Nike o una scarpa di Prada Made in china (o pontedera) sono da difendere?

 

Sbagliano quelli della finanza a sequestrare le Vuitton false?

Personalmente, ritengo di no. Un oggetto falso, è falso. In questo caso il rischio di generalizzare non esiste. Il P2P è sempre un furto, come molti vanno affermando? Io credo di no. Credo che tra vendere, a fini di lucro, un oggetto falso e scaricare un'opera altrimenti irrintracciabile sussista una grossa differenza.

 

Chi vende un oggetto falso vende sempre un oggetto falso. Viceversa chi scarica un'opera d'ingegno non commette necessariamente, e tantomeno sempre, un furto. La generalizzazione, parlando di P2P è quantomai riduttiva.

Share this post


Link to post
Share on other sites

prendi la pizza , al pizzaiolo costa 50cent e la rivende a 5 euro eppur tutti la comprano , se costasse 20 la comprerebbero in pochi .

 

Confondi il costo di produzione con il costo della materia prima. Al pizzaiolo la pizza non costa 50 cent, altrimenti tutti i pizzaioli girerebbero tutti in Ferrari. Molti, invece, falliscono, perchè il margine è risicato e il rischio d'impresa altissimo. Nel prezzo di quella pizza c'è dentro anche il mutuo per comprare la pizzeria, le opere di restauro per rendere attraente il locale, il recupero del giorno precedente in cui hai tenuto aperto e sono venute quattro persone.

 

Anche nell'editoria tradizionale, carta, musica e video, ci sono investimenti che non rientrano, perchè si vende meno di quello che si è speso a promuovere. Dietro un successo sai quanti fallimenti che ci sono?

 

Discorso aleatorio degno di un cipresso o di un dingo qualsiasi. A te che cazzo fotte di quanto vuol guadagnarci su chi produce un film, una canzone, un libro? La questione non è se un qualcosa è caro o meno, ma se te lo puoi permettere o no. Se puoi permettertelo, bene: caccia i soldi ed usufruisci di quel bene. Non puoi permettertelo? Lo prendi nel culo, non sta scritto da nessuna parte che il mondo deve adeguarsi ai pezzenti parassiti.

non sta scritto da nessuna parte che se uno non può permettersi di comprare 100 cd non abbia comunque il diritto di ascoltarli.

può tranquillamente scaricarli.

un cd quanto costa? 10 euro? 15?

 

bene, uno può tranquillamente decidere di rinunciare al cd, all'involucro e alle copertine e comunque ascoltare musica grazie a internet.

che c'è di male? l'hai detto tu che tanto non poteva comprare il cd quindi non fa una piega.

scaricando un album in mp3 non rubo un cd , il cd resta al negozio o 'ndo cazzo te pare. io scarico la musica e ascolto la muscia, NON commetto un furto, mica entro a rubare in un negozio.

 

quello che non entra nella tua testa bacata e ben educata dal lavaggio del cervello che t'han fatto i tuoi datori di lavoro (F.I.M.I.) è che IL P2P NON È UN FURTO

no nhe sbagli cipresso !Tu hai diritto di usufruire se paghi altrimenti vai a piedi

visto che stiamo parlando di cultura il tuo discorso si traduce in:

"Ha diritto ad una cultura chi ha i soldi, chi non li ha resta ignorante"

 

ti rendi conto della cazzata assurda che hai scritto?

 

allo stesso modo, seguendo la stessa linea di pensiero uno potrebbe dire:

"Se hai i soldi mangi altrimenti muori di fame [ecchissenefrega se non li hai perchè non c'è lavoro e la disoccupazione è in continuo aumento] "

 

capisci che questa è la stessa posizione delle major, nonostante loro trattino la vendita di prodotti culturali che NON gli appartengono ?

 

se la situazione fosse questa allora capisci che non avrebbe importanza discutere dell'argomento "P2P è un furto o meno ?" perchè l'unica risposta possibile sarebbe:

 

"Furto o non furto che importanza ha? Se un modello economico impedisce a una persona di avere cibo con cui campare quella persona ha tutte le ragioni per prendere il cibo anche se non ha i soldi per pagarlo, e se è costretta FA BENE A RUBARLO.

quindi tu entri in libreria e rubi i libri di kafka ok fized :closedeyes:

 

"Furto o non furto che importanza ha? Se un modello economico impedisce a una persona di avere cibo con cui campare quella persona ha tutte le ragioni per prendere il cibo anche se non ha i soldi per pagarlo, e se è costretta FA BENE A RUBARLO.

 

peccato vada in prigione .

 

con la società odierna pure il modello azteco dove le file esterne di mais erano destinate agli affamati farebbe acqua , fintanto c'è gente che trova giusto rubare :

 

Se io venissi a casa tua a rubare tu lo troveresti giusto.

 

Appurato che sono contro le major , trovo giusto comunque pagare IL GIUSTO per un film o un cd , delle spese per ottenere un prodotto le avranno avute SI o SI ? Un file su amazon a 99 cent (probabilmente con quel cavolo di script che non me lo fa duplicare piu di 3 volte)secondo mè è rubare , ma 20 cent credo sarebbero piu che legittimi

 

 

 

cazzo mica vado in pizzeria , assaggio la pizza , poi dico non mi piace e me ne vado ! Oddio c'era uno ad alfonsine che faceva così ma mica ha durato .

 

trip

 

scaricare un'opera altrimenti irrintracciabile

 

ok può essere, ma devi portarmi un esempio , in questo caso credo che un giudice fatichi a trovare il danno alla major ...

 

ma sono aghi nei pagliai , stai parlando per lo 0,0009 x mille dei p2p

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo voi un oggetto falso come le Nike o una scarpa di Prada Made in china (o pontedera) sono da difendere?

 

Sbagliano quelli della finanza a sequestrare le Vuitton false?

Personalmente, ritengo di no. Un oggetto falso, è falso. In questo caso il rischio di generalizzare non esiste. Il P2P è sempre un furto, come molti vanno affermando? Io credo di no. Credo che tra vendere, a fini di lucro, un oggetto falso e scaricare un'opera altrimenti irrintracciabile sussista una grossa differenza.

 

Chi vende un oggetto falso vende sempre un oggetto falso. Viceversa chi scarica un'opera d'ingegno non commette necessariamente, e tantomeno sempre, un furto. La generalizzazione, parlando di P2P è quantomai riduttiva.

Quindi per te scaricare Photoshop cs5 è un furto, mentre comprare una Vuitton falsa no? Così, scaricare musica che trovi su iTunes o da Ricordi è un furto, ma fotocopiare un libro no? Giusto? Anche scaricare Xp, che oggi non é in commercio, non è un furto? Trovo che sia un relativismo ipocrita.

Perché su un film deve decadere l'opera di ingegno e sulla moda, ad esempio, no? Perché per te non è importante? Un cd falso è falso quanto una borsa dall'ambulante. Il fine di lucro non è parte del discorso, stavo parlando dell'oggetto in se.

Share this post


Link to post
Share on other sites

non sta scritto da nessuna parte che se uno non può permettersi di comprare 100 cd non abbia comunque il diritto di ascoltarli.

può tranquillamente scaricarli.

 

Veramente sta scritto in qualsiasi codice legislativo che non hai il diritto di prendere la roba altrui.

ma i numeri sono di dominio pubblico.

quindi io posso scaricare file , ed è legale :)

 

Dove per roba non s'intende il semplice bene materiale, ma anche il frutto dell'altrui ingegno.

ma io alla FIMI e ai tizi delle major non tolgo la possibilità di ascoltarsi quando vogliono il cd di Tizio.

Semplicemente scarico gli mp3 della musica di Tizio, senza toglier nulla a nessuno e senza rubare supporti (cd/dvd/ecc) . Quindi non inibisco a nessuno la possibilità di accedere a quel contenuto . Semplicemente ne faccio una copia.

 

se tu fai un disegno e io lo copio da te (o faccio una foto al tuo disegno) questo non vuol dire che t'ho tolto il disegno.

Allo stesso modo io scaricando il cd di Tizio NON impedisco affatto alla major di turno di lucrare sulla creatività di Tizio vendendo i cd a tutti i gonzi che vogliono (e possono) permettersi di acquistarlo.

 

ANZI , il bello è proprio che anche la major fa quello che faccio io: SI LIMITA A COPIARE E DIFFONDERE IL LAVORO CREATIVO DI ALTRI, peccato che lo faccia PER LUCRO.

 

La domanda non è più se il p2p è un furto o meno (avendo appunto appurato che non lo è) .

La domanda adesso è : L'azione delle major è un REATO? Se sì quale? FURTO? TRUFFA?

 

 

 

 

 

Chi compra può decidere solo se acquistare o meno. Ma se non acquista si fotte e non ascolta, altrimenti se ruba va in galera.

 

esatto. Se ruba il cd va in galera.

Se scarica un mp3 non ci va, dato che non ruba.

 

 

quello che non entra nella tua testa bacata e ben educata dal lavaggio del cervello che t'han fatto i tuoi datori di lavoro (F.I.M.I.) è che IL P2P NON È UN FURTO

 

No? E cosa sarebbe il dare accesso al prodotto X a coloro che non possono permetterselo?

 

 

:think:

 

comunismo? :biggrin2:

d60acd5e9290dfbd29f61286a0f8aa770433202f.jpg

(questa viene dalla RIAA , ma sulla gente ha avuto effetto contrario : ha aumentato sia i consensi verso la pirateria sia verso l'ideologia comunista :ok: )

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo voi un oggetto falso come le Nike o una scarpa di Prada Made in china (o pontedera) sono da difendere?

 

Sbagliano quelli della finanza a sequestrare le Vuitton false?

Personalmente, ritengo di no. Un oggetto falso, è falso. In questo caso il rischio di generalizzare non esiste. Il P2P è sempre un furto, come molti vanno affermando? Io credo di no. Credo che tra vendere, a fini di lucro, un oggetto falso e scaricare un'opera altrimenti irrintracciabile sussista una grossa differenza.

 

Chi vende un oggetto falso vende sempre un oggetto falso. Viceversa chi scarica un'opera d'ingegno non commette necessariamente, e tantomeno sempre, un furto. La generalizzazione, parlando di P2P è quantomai riduttiva.

Quindi per te scaricare Photoshop cs5 è un furto, mentre comprare una Vuitton falsa no? Così, scaricare musica che trovi su iTunes o da Ricordi è un furto, ma fotocopiare un libro no? Giusto? Anche scaricare Xp, che oggi non é in commercio, non è un furto? Trovo che sia un relativismo ipocrita.

Perché su un film deve decadere l'opera di ingegno e sulla moda, ad esempio, no? Perché per te non è importante? Un cd falso è falso quanto una borsa dall'ambulante. Il fine di lucro non è parte del discorso, stavo parlando dell'oggetto in se.

Relativismo ipocrita o moralismo ipocrita?

 

Photoshop CS5 è in commercio? Sì. Ammetto che scaricare una copia dai circuiti P2P possa essere equiparato ad un furto. Le Vuitton originali sono in commercio? Sì. Ammetto che chi vende una Vuitton falsa commette un furto. Scaricare musica da iTunes et similia non è un furto (al massimo i prezzi a cui vengono proposti certi brani, ma il mercato è libero e i pecoroni sono più che ben accetti. In qusto caso il discorso sarebbe ben più lungo, peraltro).

 

Scaricare un film in commercio è un furto? Sì. Ammetto che scaricare una copia dai circuiti P2P possa essere equiparato ad un furto. Ad esempio uno screener, tanto per essere chiari.

 

Viceversa mi rifiuto di considerare un furto il procurarsi un'opera di ingegno di cui lo stesso legittimo proprietario dei diritti se ne infischia. Nel momento in cui quell'opera tornasse in commercio, eliminerei il file digitale e acquisterei la copia fisica legittima. Corrisponderei, quindi, i giusti diritti d'autore nei confronti di un'opera che esiste. Sarei disponibilissimo a farlo. Ma come posso acquistare qualcosa che non esiste, che è in un limbo?

 

Ti chiedo, dove sta il furto nel recuperare dal limbo un'opera ivi relegata? Come posso rubare qualcosa che non esiste in commercio? Rubo, forse, l'idea astratta del diritto d'autore. Ora, un diritto è tale se lo si esercita. Se non lo si esercita, ritengo non sia più un diritto.

 

In questo caso non credo che scaricare equivalga a un furto. Ergo, ritengo che generalizzare il P2P a mero furto non sia altro che un'astratta generalizzazione. Questa sì un pò ipocrita.

Share this post


Link to post
Share on other sites

prendi la pizza , al pizzaiolo costa 50cent e la rivende a 5 euro eppur tutti la comprano , se costasse 20 la comprerebbero in pochi .

 

Confondi il costo di produzione con il costo della materia prima. Al pizzaiolo la pizza non costa 50 cent, altrimenti tutti i pizzaioli girerebbero tutti in Ferrari. Molti, invece, falliscono, perchè il margine è risicato e il rischio d'impresa altissimo. Nel prezzo di quella pizza c'è dentro anche il mutuo per comprare la pizzeria, le opere di restauro per rendere attraente il locale, il recupero del giorno precedente in cui hai tenuto aperto e sono venute quattro persone.

 

Anche nell'editoria tradizionale, carta, musica e video, ci sono investimenti che non rientrano, perchè si vende meno di quello che si è speso a promuovere. Dietro un successo sai quanti fallimenti che ci sono?

 

Discorso aleatorio degno di un cipresso o di un dingo qualsiasi. A te che cazzo fotte di quanto vuol guadagnarci su chi produce un film, una canzone, un libro? La questione non è se un qualcosa è caro o meno, ma se te lo puoi permettere o no. Se puoi permettertelo, bene: caccia i soldi ed usufruisci di quel bene. Non puoi permettertelo? Lo prendi nel culo, non sta scritto da nessuna parte che il mondo deve adeguarsi ai pezzenti parassiti.

non sta scritto da nessuna parte che se uno non può permettersi di comprare 100 cd non abbia comunque il diritto di ascoltarli.

può tranquillamente scaricarli.

un cd quanto costa? 10 euro? 15?

 

bene, uno può tranquillamente decidere di rinunciare al cd, all'involucro e alle copertine e comunque ascoltare musica grazie a internet.

che c'è di male? l'hai detto tu che tanto non poteva comprare il cd quindi non fa una piega.

scaricando un album in mp3 non rubo un cd , il cd resta al negozio o 'ndo cazzo te pare. io scarico la musica e ascolto la muscia, NON commetto un furto, mica entro a rubare in un negozio.

 

quello che non entra nella tua testa bacata e ben educata dal lavaggio del cervello che t'han fatto i tuoi datori di lavoro (F.I.M.I.) è che IL P2P NON È UN FURTO

no nhe sbagli cipresso !Tu hai diritto di usufruire se paghi altrimenti vai a piedi

visto che stiamo parlando di cultura il tuo discorso si traduce in:

"Ha diritto ad una cultura chi ha i soldi, chi non li ha resta ignorante"

 

ti rendi conto della cazzata assurda che hai scritto?

 

allo stesso modo, seguendo la stessa linea di pensiero uno potrebbe dire:

"Se hai i soldi mangi altrimenti muori di fame [ecchissenefrega se non li hai perchè non c'è lavoro e la disoccupazione è in continuo aumento] "

 

capisci che questa è la stessa posizione delle major, nonostante loro trattino la vendita di prodotti culturali che NON gli appartengono ?

 

se la situazione fosse questa allora capisci che non avrebbe importanza discutere dell'argomento "P2P è un furto o meno ?" perchè l'unica risposta possibile sarebbe:

 

"Furto o non furto che importanza ha? Se un modello economico impedisce a una persona di avere cibo con cui campare quella persona ha tutte le ragioni per prendere il cibo anche se non ha i soldi per pagarlo, e se è costretta FA BENE A RUBARLO.

quindi tu entri in libreria biblioteca e rubi leggi i libri di kafka ok fized :closedeyes:

(fiZed)

 

"Furto o non furto che importanza ha? Se un modello economico impedisce a una persona di avere cibo con cui campare quella persona ha tutte le ragioni per prendere il cibo anche se non ha i soldi per pagarlo, e se è costretta FA BENE A RUBARLO.

 

peccato vada in prigione .

 

sbagliato,

se uno muore di fame perchè il pane costa troppo è un crimine il fatto che sia stato concepito un modello (il capitalismo) di società e economia che preveda che poca gente possa arricchirsi alle spalle degli altri.

Se non ha modo di comprarsi da mangiare (ad esempio per via della disoccupazione o del salario basso + mutuo da pagare) è il furto è giustificato.

Tantè che c'è l'attenuante (prevista per legge)

diverso sarebbe un nullatenente che si mette a derubare una gioielleria, I GIOIELLI NON LI MANGI.

Se invece rubi il pane in galera non ci vai (se non puoi permetterti di pagarlo)

la legge della soppravvivenza: se il furto ti serve per non morire in galera NON ci devi andare. (non a caso si chiama giustizia o anche buon senso )

 

 

 

con la società odierna pure il modello azteco dove le file esterne di mais erano destinate agli affamati farebbe acqua , fintanto c'è gente che trova giusto rubare :

 

Se io venissi a casa tua a rubare tu lo troveresti giusto.

 

1) non stiamo parlando di furto quando parliamo di p2p.

2) anche se uno rubasse un libro di scuola dalla libreria perchè non può permetterselo non puoi mettere un furto per necessità al pari di un furto alla Madhoff. Il fine non è il lucro ma la soddisfazione di un bisogno primario (cibo/cultura) quindi se chi ha commesso il furto non aveva i soldi per permettersi quel bene HA FATTO BENISSIMO A RUBARLO.

 

 

cazzo mica vado in pizzeria , assaggio la pizza , poi dico non mi piace e me ne vado ! Oddio c'era uno ad alfonsine che faceva così ma mica ha durato .

 

se assaggi la pizza mica la possono rivendere dopo.

Se invece scarichi un mp3 la major non ci perde niente visto che i cd da vendere li ha ancora (scaricando l'mp3 non gli rovini un cd e nemmeno lo rubi). Non togli nulla a nessuno scaricando musica da internet.

 

 

 

 

scaricare un'opera altrimenti irrintracciabile

 

ok può essere, ma devi portarmi un esempio , in questo caso credo che un giudice fatichi a trovare il danno alla major ...

 

beh ma non faticherebbe nemmeno nel caso di un cd appena uscito. Per i vari motivi che ho già elencato prima.

Aggiungi anche questo di motivo:

negli ultimi anni le major si sono macchiate continuamente di infammia nelle varie storie di crimini e ricatti commessi nel nome della 'santa' antipirateria. Credi che questo non influisca affatto sul consumatore?

C'è gente, tra cui il sottoscritto, che NON COMPREREBBE MAI , per principio, UN CD ORIGINALE.

Gente che in passato qualche cd l'ha comprato ma , venendo a conoscenza delle scorribande delle major ha deciso di ascoltare unicamente musica SCARICATA.

Semplicemente se un giorno in qualche "magico modo" le major riuscissero a impedire alla gente di scaricare musica da internet io smetterei sì di scaricarla ma , ancor più convinto, non la comprerei ugualmente.

 

 

 

ma sono aghi nei pagliai , stai parlando per lo 0,0009 x mille dei p2p

può darsi , ma si tratta della stragrande maggioranza dei prodotti culturali.

O veramente credi ceh nei negozi di dischi e nelle videoteche ci siano tutti ma proprio TUTTI gli album e i film usciti fin'ora?

se ipoteticamente tu possedessi una lista di tutti i film usciti negli ultimi 30 anni scopriresti che prendendone uno a caso dalla lista l'80 % delle volte non lo troveresti al negozio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un cd falso è falso quanto una borsa dall'ambulante. Il fine di lucro non è parte del discorso, stavo parlando dell'oggetto in se.

un cd falso non è un furto.

è contraffazione.

 

btw non capisco dove vuoi andare a parare :think:

Share this post


Link to post
Share on other sites

se uno muore di fame perchè il pane costa troppo è un crimine il fatto che sia stato concepito un modello (il capitalismo) di società e economia che preveda che poca gente possa arricchirsi alle spalle degli altri.

Se non ha modo di comprarsi da mangiare (ad esempio per via della disoccupazione o del salario basso + mutuo da pagare) è il furto è giustificato.

 

Giusto!

 

L'ho sempre detto infatti che Silvio aveva ragione quando diceva:

 

SfiO-n07FDQ

Share this post


Link to post
Share on other sites

trippazza,frocio di merda, ma da dove sbuchi fuori?

eri su italianshare, e ora non sai più dove rompere i coglioni?

 

:folle:

 

no ma veramente?

 

e risbucato fuori il sorcio salle fogne?

 

 

trippone di merda :folle:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo voi un oggetto falso come le Nike o una scarpa di Prada Made in china (o pontedera) sono da difendere?

Sbagliano quelli della finanza a sequestrare le Vuitton false?

 

Le Vuitton false si portano dietro una serie di problemi: vengono vendute in un mercato clandestino, in completa evasione, e rischiano di essere vendute come vere, attuando di fatto una truffa. Per cui la risposta alla tua domanda è: no, non sbaglia la finanza a perseguirle, e questo a prescindere dalla questione morale che derivi dal concetto di copia in se. La finanza cerca di prevenire un danno. Per esempio, sbaglia la Apple a far causa a Samsung perchè ha fatto un tablet rettangolare con gli spigoli arrotondati, che seppure abbia dimensioni, proporzioni, funzionalità diverse, assomiglia troppo all'iPad, anche a detta di qualche giudice? Secondo me si, ci vorrebbe più flessibilità nella circolazione delle idee, oppure regole che abbiano come scopo ultimo la massima diffusione possibile e non il contrario.

 

Se mia madre fa a maglia un maglione uguale-uguale ad un maglione di Missoni, e me lo regala, la finanza dovrebbe perseguirci? Entrambi? Uno solo dei due?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Trip!

Ti chiedo, dove sta il furto nel recuperare dal limbo un'opera ivi relegata? Come posso rubare qualcosa che non esiste in commercio? Rubo, forse, l'idea astratta del diritto d'autore. Ora, un diritto è tale se lo si esercita. Se non lo si esercita, ritengo non sia più un diritto.

 

In questo caso non credo che scaricare equivalga a un furto. Ergo, ritengo che generalizzare il P2P a mero furto non sia altro che un'astratta generalizzazione. Questa sì un pò ipocrita.

Son d'accordo.

 

Imho c'è anche da pesare lo scopo. Io ad esempio ho un 3DS-Max craccato. Costa 4.370,00€. Non mi sento di "rubarlo", perchè lo uso solo per diletto, forse qualche ora all'anno. Mi sentirei un ladro nel momento in cui guadagnassi anche solo 1€ da qualcosa fatto con quel software. La pirateria è tollerata, perchè entro certi limiti è più un vantaggio che uno svantaggio per le case di produzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sfogati, sfogati tripp.

 

Intanto cerca di riallacciare le amicizie per benino che poi quando deciderò di venire a prenderti ti entrerò molto più duramente.

 

Sfogati, sfogati tripp.

 

 

 

 

Ricorda.... io e te dobbiamo parlare, ma non ora.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Who's Online   0 Members, 0 Anonymous, 89 Guests (See full list)

    There are no registered users currently online

×