Jump to content

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Earlier
  2. mmorselli

    Best Thread Ever

    E vabbè, l'alternativa è non risponderti, non c'è una terza scelta Lo so bene che ribattere punto per punto ad un personaggio come te, con ste teorie da fulminato che fanno sembrare intelligenti i terrapiattisti per confronto, mi rende un po' ridicolo, ma bisogna anche cazzeggiare nella vita. Pure tu lo fai scrivendo sta roba, perché se davvero credessi a tutte ste scemenze con convinzione non saresti solo un po' eccentrico, saresti un malato mentale. La scienza, comunque, giusto per non negarti nemmeno questa volta il piacere di una risposta, non crede, ma misura, ed è sempre pronta a rivedere le sue posizioni di fronte ad una misura più precisa, ma non aspettarti che, appunto, inizi a credere per fede a quelli come te che propongono verità soggettive, mai verificabili. E anche oggi ho fatto la figura dello scemo dandoti corda
  3. TILTaccitua

    Best Thread Ever

    Gnaa fai, ti comprendo eh. Ma popo gnaa fai. E' inutile, zzi tuoi.
  4. mmorselli

    Best Thread Ever

    Ma dici la Parker Solar Probe? O intendevi un'altra cosa? Non mi risulta la cosa che scrivi, qui puoi postare un riferimento o è coperto da segreto pure questo? Comunque la gravità come forza apparente dello spazio-tempo che si curva sottoposto ad una massa è stata provata in tanti modi, quello che la fisica ancora non riesce a dire è come funziona la gravità a scala quantistica, ma finché rimaniamo nel macroscopico è come dire che l'acqua è bagnata. La curvatura dello spazio-tempo per effetto della gravità la possiamo persino VEDERE, con i nostri occhi
  5. mmorselli

    Best Thread Ever

    LOL, ma che ti è successo? Sei peggiorato nel tempo, manco uno studente delle medie confonde il peso con la massa... Fai questo esperimento: prendi del gas liquido, pesalo, ora espandilo, pesalo di nuovo... Ma guarda, il peso è cambiato, come mai, visto che la massa è ovviamente la stessa? Abbiamo scoperto come funzionano i palloncini e le mongolfiere
  6. mmorselli

    Best Thread Ever

    Ma non dire scemenze... è tutto un grande COMPLOTTOOOO!!!11!!!!!!!1 Nella scienza il principio di autorità non vale mai, contano i dati e l'analisi rigorosa, poi oggi tutta la scienza delle alte energie è fatta da collaborazioni di centinaia o migliaia di persone coinvolte, non c'è lo scienziato solitario nello scantinato che scopre il flusso canalizzatore come nei film, non penso proprio che possano essere in qualche modo "intimoriti" Provo a tradurre, invece, in linguaggio corrente quello che intendevi dire: le persone che presentano teorie troppo bislacche, totalmente non verificabili, vengono trattate come meritano, cioè come buffoni ciarlatani, e siccome anche tu sogni di fare il buffone ciarlatano empatizzi scriveva Richard Feynman negli anni 70: It doesn't matter how beautiful your theory is, it doesn't matter how smart you are. If it doesn't agree with experiment, it's wrong valeva allora, e vale oggi
  7. mmorselli

    Best Thread Ever

    LOL, ci avrei scommesso che avresti scritto una roba del genere Praticamente la prova che hai ragione è nascosta dentro un articolo il cui abstract dice tutto il contrario, che però non si può leggere In realtà non succede proprio nulla se uno copia e incolla un passaggio, perché esiste il diritto di citazione, normato a livello Europeo (ma anche altrove con altri nomi, come Fair Use), che consente l'uso di un'opera protetta a fini di critica, recensione, informazione e insegnamento. Non è contemplato "fare il giullare su un forum", quindi non posso garantire al 100%, ma direi che sì, rientra, dato che per lo meno a rientrare i quei casi era la tua intenzione Vedo che gli anni passano, ma la tua strategia per darti un tono non cambia...
  8. TILTaccitua

    Best Thread Ever

    Poi la Nasa, giusto per capire meglio meglio questa storia della curvatura, della gravità quindi, manda su due o tre sonde nello spazio, se non erro il programma Probe, si dovrebbe chiamare così, e per qualche anno raccoglie dati e dati di geodetiche. Peccato, per voi e per quel poverino di Einstein, per me troppo sopravvalutato, che la NASA abbia detto "Signori, qui non si curva un cazzo. Qualcosa si curva ma non è lo spazio-tempo". La questione è che dietro a queste prove così incredibili, per voi eh, come mai il mondo accademico non si sia mosso? Il mondo accademico ha messo la testa sotto la sabbia, ha fatto finta di niente, ed a scuola ancora si insegna la barzelletta di Einstein, come se i satelliti della Nasa non fossero mai esistiti. Ma a parte gli inquisitori, di cui me ne frega poco, ma se non è lo spazio-tempo a curvarsi, cos'è che si piega? Ma questa, caro mmorselluccio, non te la spiego cazzi tuoi, tu continua pure a credere alla curvatura dello spazio.tempo.
  9. TILTaccitua

    Best Thread Ever

    E la gravità? Ah, qui c'è da morir dal ridere. Un esperimento che potrebbe fare chiunque anche a casa se si dispone di una bilancia un po' costosetta, diciamo che un buon laboratorio di università potrebbe farlo senza problemi. Prendi un pezzo di ferro e pesalo. Portalo vicino al punto di fusione e ri-pesalo. Non pesa mica uguale, tu credevi che pesasse sempre lo stesso visto che la massa non cambia, vero? Spiegare cosa è la forza di gravità ci arriverebbe pure un ragazzino se semplicemente osservasse questo esperimento. Non ci credi? Ti invito ad andare a fare un po' di letteratura in merito. Tu immagina gli shenziati quanto sono idioti.... tutti costoro sanno di questo esperimento, sanno che sembra assurdo ma è vero, eppure non ci arrivano lo stesso a comprendere. Grazie al cazzo, hanno perso la capacità di giudizio, la lucidità necessaria a capire che quel che han sempre creduto e studiato li ha talmente rincoglioniti che sono come ciechi che camminano nel negozio di un vetraio. I danni con la pala, e danni irreversibili al loro cervello. Figuriamoci tu che ti fidi ciecamente di costoro che sono ciechi già di loro. Ciechi che si fanno guidare da ciechi che a loro volta montano su un pullman guidato da un cieco. Spassosissimi.
  10. TILTaccitua

    Best Thread Ever

    Ti faccio anche un altro esempio. Tantissimi studiosi, scienziati seri, sanno benissimo che il principio di Heisenberg è una cazzata, ma non potrebbero mai pubblicare un lavoro in letteratura in quanto non passerebbe il vaglio dei revisori. I revisori direbbero "ma quello ci ha preso un Nobel e chi sei tu per metterlo in discussione?". Chi pubblica lo conosce bene questo "problemino", e quindi hanno due alternative o non pubblicano o, se pubblicano, mettono tutto in chiave ipotetica e mai certa, guardandosi bene dallo scrivere i passaggi a cui sono giunti per dimostrare che Heisenberg l'ha sparata grossa. Ora cominci a capire che questa shenza non può e non potrà fare alcun progresso, semmai nella tecnica, questo sì. Oppure con la massa del fotone, stesso identico problema, ci sono le prove sperimentali di laboratorio, mica cazzate, ma sono lavori che gli scienziati veri conoscono bene e sanno meglio di te e di me che non potrebbero pubblicare alcunchè, pena la perdita della cattedra, o la perdita del lavoro, o la perdita dei contratti per non parlare del fatto che verrebbero defenestrati da tutto.... ed allora sanno benissimo ma tacciono. Per non parlare dell'antifotone, alcuni la chiamerebbero la particella di Dio. Impossibile da beccare e nessuno la beccherà mai perchè è entangled col fratello fotone ed uno se ne va in questo spazio-tempo e l'altro se ne va nello spazio-tempo col segno meno.... quindi in un tempo per lui positivo ma dal nostro punto di osservazione negativo.... quindi se ne va "indietro" (!?) nel tempo. E mi dici come lo becchi se va indietro nello spazio-tempo? Col cazzo che lo beccherai mai. Idem con l'antimateria dove gli shenziati non sanno spiegarsi perchè è così rara. Grazie al cazzo, se ne va indietro nello spazio.tempo; trovala se sei capace. Oggi la shenza è tutta così, e non potrà mai progredire fintanto che ha questi canoni religiosi da Santa Inquisizione. Ma tu, ai tempi dell'inquisizione, avresti fatto come Giordano Bruno, facendoti ammazzare, oppure saresti stato dalla parte della Santa Inquisizione? Non serve che tu risponda, quel che affermi parla per te. Ora capisci perchè gli scienziati veri sanno ma si tengono tutto per loro? Io, che scienziato non sono, ma scientista sì, posso affermare anche la verità, tanto verrebbe comunque tacciata come informazione presa da Novella 2000. Ma a me fotte cazzi, anche perchè non ho una cattedra e non ho contratti. So che quello che affermo scuote e percuote i poveri cretini ma.... problemi loro. Problemi tuoi.
  11. TILTaccitua

    Best Thread Ever

    Non conosci come funzionano le pubblicazioni scientifiche, ma non te ne faccio una colpa; a parte chi pubblica i lavori e pochissimi altri non lo sa bene nessuno tutto il mondo che c'è dietro. Provo a riassumere molto sinteticamente. Chi pubblica paga di tasca sua per pubblicare. Ma cosa paga? Paga sostanzialmente il lavoro dell'equipe dei verificatori che approverà il lavoro in quanto al suo interno non deve esserci nulla di inesatto o di assurdo o fantascientifico, e questo gruppo (scienziati sostanzialmente) darà l'ok o meno alla pubblicazione. Sostanzialmente tutti i lavori in letteratura sono stati tutti verificati ed approvati. Ho proprio ridotto al minimo la spiegazione giusto perchè tu possa farti un quadro. Senza permesso dell'autore o dell'università o del titolare dei diritti non posso girare nulla, per ovvie ragioni. Tutto questo procedimento è assolutamente antiscientifico e limita di molto il vero progresso.... ma oggi la scienza questa è. Ecco perchè io la chiamo shenza, con la H. Ed allora le persone geniali che hanno compreso ed analizzato, rendendole anche verificabili da chiunque, cose fuori dal comune? Di fatto non possono pubblicare nulla di tutto ciò, possono solamente metterlo come ipotesi di lavoro seppur si abbiano i mezzi per dimostrare che è tutto vero. Per esempio, nonostante si disponesse di una astronave aliena nel giardino, a parte che arrivano subito i militari a sequestrarla minacciandoti ed insabbiando tutto, e nonstante, sempre per esempio, tu disponessi di ulteriori prove occultate prima dell'arrivo dei militari e decidessi di farci una pubblicazione scientifica, comunque non passeresti la prova dei verificatori ed il tuo lavoro non verrebbe mai pubblicato da nessuna parte..... a parte Novella 2000. Chi pubblica in letteratura cose inaudite deve anche saperle nascondere dal vaglio della Santa Inquisizione shentifica, e quindi non si possono proprio pubblicare nonostante a corredo vi siano prove tangibili e verificabili. Tu queste cose le apprendi ora, e lo comprendo, ma i veri scienziati e scientisti lo sanno bene dove sta la verità. Spero di averti chiarito un po' le idee sulla tua amatissima shenza, che spara stronzate da tutte le parti e tutto il mondo ci casca. Ma la vera scienza è tutta un'altra cosa, fidati.
  12. mmorselli

    Best Thread Ever

    L'abstract quello dice, non è una critica la mia, ho solo detto che non parla assolutamente di quello che dici tu. Non è che l'abstract dice una cosa e poi lo studio parla d'altro. Non mi pare di avere accesso allo studio completo, se tu ce l'hai posta la parte che secondo te ti darebbe ragione, argomentandola. Il fatto che un fotone non abbia massa comunque esce dalla teoria, non può essere sperimentato direttamente esattamente come la natura puntiforme di un elettrone, puoi stringere sempre di più il limite superiore, ma non puoi misurare una cosa che non esiste. Le teorie che prevedono un fotone senza massa però sono state ampiamente verificate, almeno alle scale per ora a noi accessibili.
  13. TILTaccitua

    Best Thread Ever

    Ma se non l'hai letta come fai poi a criticare? Parli senza alcuna cognizione di quello di cui si discute. Scusa il ritardo nella mia risposta ma ero impegnato in altre faccende.
  14. mmorselli

    Best Thread Ever

    No, l'hai certamente interpretata male, perché quando indichiamo semplicemente la massa intendiamo la massa a riposo e non esistono sistemi di riferimento in cui un fotone è a riposo. Un fotone ha quantità di moto, quindi una massa equivalente non a riposo ovviamente ce l'ha, e dipende dall'energia che trasporta Inutili è una parola grossa, ogni legge fisica si usa per fare previsioni nel proprio contesto, non puoi usare la quantistica per calcolare come rimbalzerà una palla perché non possiedi le informazioni necessarie, ma possiedi quelle per usare le formule di meccanica classica, che funzionerà benissimo. Nessuna Legge fisica invalida le precedenti, definisce solo casi più particolari, lasciando le precedenti per i casi più generali Non ci interessa definire le cose in termini assoluti perché ad un certo punto sei costretto a dire "la natura funziona così a livello elementare", senza poter spiegare un effetto con una causa. Ti limiti a misurare e descrivere, non puoi spiegare tutto. Per esempio non siamo in grado di dire perché le cariche negative attraggono quelle positive e probabilmente non potremmo mai farlo dato che definiamo le cariche positive e negative proprio in base a questo comportamento che fa parte dei comportamenti della natura a livello elementare. Anche se trovassimo un livello ancora più elementare avremmo solo spostato il problema di un posto, ma la scienza non ha mai avuto la pretesa di spiegare tutto, sono le persone dalla mentalità limitata che non sopportano l'idea di non avere il controllo su ogni cosa e iniziano ad inventarsi spiegazioni arbitrarie per colmare i vuoti. LOL, siamo arrivati a "non ce lo fanno sapere" Certo che si parla sempre di questa cosa, anche a livello divulgativo, pure nei video youtube più sempliciotti, ma è noto che non tutto ciò che ha una soluzione matematica ha anche un suo corrispondente nel mondo fisico, altrimenti non avremmo bisogno di fare verifiche sperimentali, ci basterebbero le equazioni, se reggono dal punto di vista matematico allora fine del problema. Purtroppo non funziona così, altrimenti avremmo anche già la teoria del tutto, anzi, ne avremmo parecchie, tutte con una solida base matematica, ma senza nessuna verifica sperimentale. 100 anni non sono moltissimi, non è che abbiamo fatto poi ste cose in 100 anni parlando di scienza di base, più che altro abbiamo fatto molti progressi nelle scienze dell'informazione, ma se pensi a quanto sono simili le automobili di 100 anni fa con quelle di oggi... Sicuramente abbiamo ancora un sacco di cose da scoprire, ma bisogna tenere saldi due principi: il primo è che se una cosa ancora non la sappiamo, non la sappiamo, non è che questo vuol dire che possiamo infilarci dentro una fantasia a piacere per colmare il vuoto di conoscenza. Il secondo è che anche se la scienza non ha spiegato tutto, ha però spiegato molto, e le leggi fisiche dimostrate, come i teoremi matematici, non saranno invalidati in futuro. Esistono scienze non esatte, come la medicina, dove possiamo tranquillamente credere vera una cosa per 20 anni e poi scoprire che invece era il contrario, anche se pure qui non bisogna usarlo come scusa per invalidare tutto quanto, ci sono scoperte anche in medicina dove il livello di confidenza è altissimo per via della grandissima quantità di dati che abbiamo raccolto. Esistono scienze storiche, come la cosmologia, dove è più che normale considerare ogni modello come provvisorio. Come avevo supposto sopra, hai semplicemente interpretato male quello che hai letto. A parte che si parla di massa in modo indiretto dato che l'argomento è la stabilità, cioè capire se un fotone può decadere in un tempo finito, quello di cui si parla è il limite superiore di massa, cioè come si fa altre questioni analoghe, tipo la dimensione di un elettrone, si fanno esperimenti il cui scopo è dire: "SE l'oggetto X AVESSE una massa, ALLORA questa dovrebbe per forza essere inferiore a M", ma non significa che ce l'ha. Anche qui hai semplicemente interpretato male applicando la più ingenua delle conclusioni intuitive, come farebbe chiunque troppo sicuro di sé per approfondire 10 minuti. Tutti sanno che la velocità della luce dipende dal mezzo, il limite superiore di velocità si raggiunge nel vuoto, già in una normale fibra ottica, di quelle che ci portano Internet a casa, la luce viaggia il 30% più lenta rispetto a C, ma vuol dire che i fotoni vengono rallentati? No, in un percorso ideale un fotone parte da un elettrone eccitato e arriva ad un rilevatore (seguendo ogni traiettoria possibile con differenti probabilità) dove un altro elettrone viene eccitato e produce una corrente, ma in un mezzo esistono un sacco di elettroni che sono a loro volta dei rilevatori, quindi il fotone viene assorbito e riemesso molte volte prima di arrivare al rilevatore finale, e questo porta alla differenza di tempo necessario perché l'informazione arrivi a destinazione, ma il fotone non ha mai rallentato, quando viene assorbito scompare e quando viene emesso nasce già alla velocità della luce, non deve accelerare, perché non è un oggetto, è un'onda di probabilità, che avrà un comportamento simile ad una particella solo quando andrà a morire contro il rilevatore. Nel vuoto la velocità è massima perché il fotone non viene mai assorbito e riemesso, va da sé che un fotone che riceviamo dalla galassia di Andromeda non è lo stesso fotone che è partito da una stella di quella galassia, prima di arrivare ai nostri occhi sarà stato assorbito e riemesso più volte, anche se un vasto tratto di quei 2.5 milioni di anni luce sarà stato completamente "vuoto" (zero elettroni con cui interagire) e quindi la sua velocità sarà una buona approssimazione di C
  15. TILTaccitua

    Best Thread Ever

    Ah sì, a parte lo studio che ho linkato c'è la parte sperimentale della gelatina fredda che ha fatto decadere il fotone fino a rallentarlo ed a fargli quindi acquisire massa.... mi serve altro tempo per quella parte sperimentale. E' vero che, rispetto a voi, sono un fottutissimo genio ma studio talmente tanto che è impossibile poi andare a ripescare ed inseguire tutti i percorsi di studio fatti anni fa. Ma arriva pure quello..... TILT non ha mai detto cazzate in vita sua ed ho sempre dimostrato tutte le mie affermazioni, per inciso.
  16. TILTaccitua

    Best Thread Ever

    Mi hai fatto penare perchè, seppur immensa XD, la mia mente non ricorda proprio tutto tutto tutto di quello che studio..... ed è tantissima roba. Tiè, eccoti servito. https://arxiv.org/abs/1304.2821 https://www.nature.com/articles/news.2008.854 Come dissi anni fa, in letteratura c'è già praticamente tutto, basta saper unire i puntini. Ma nessuno, nessuno, purtroppo nessuno, si mette lì ad unire i puntini, chi fa scienza legge e rilegge solamente ciò che lui stesso pubblica (mi ricorda molto un tale di nome mmorselli che legge solamente sè stesso XD ). Poi ci sono gli altri..... quelli che credono di sapere qualcosa perchè c'è un Piero Angela che scagazza in scientifichese quattro boiate a cui credere o perchè hanno letto un libro da libreria scritto da un laureatello qualunque che è una via di mezzo tra un thriller scientista ed uno sbrodolarsi addosso tronfio e compiaciuto di quelle quattro cazzate che ripetono da almeno 100 anni, e sempre le stesse, dentro le università che altro non insegnano a come diventare intelligenti per fare carriera accademica o pubblicista ma intelligenza vera... nisba. Il fotone ha massa, eccoti servito, ma non temere che quell'articolo lo abbiamo letto in due al mondo..... io e quello che lo ha scritto (a parte i revisori). XD Tutti gli altri ancora credono che il fotone non ha massa. Ma se gli chedi "me lo disegni un fotone?".... non esiste fisico al mondo che saprebbe farlo. E grazie al cazzo, non sa cosa è. Ma io non sono mica come voi, XD, io sono figo bello cazzuto ascetico mistico ed un fotone so disegnarlo perchè so cosa è.
  17. TILTaccitua

    Best Thread Ever

    Comprendo il tuo giudizio ma io la vedo diversamente. Quanti anni è vecchia la nostra scienza? Cominciata nel '700, accrocchiata meglio nell'800 e poi divenuta somigliante a quella di oggi dal 1960 in poi. 60 anni circa? Eh sì, una sessantina d'anni se va bene. La termodinamica e la meccanica sono state rese inutili dalla quantistica che, tra l'altro, non sappiamo bene cosa sia. Gli studi genetici sono cominciati quando Madonna cantava la Isla bonita negli anni '80, il raffreddore è a tutt'oggi un male incurabile, non esiste nessuno scientista che si va a leggere i lavori degli altri così da approfondire ed allargare i propri orizzonti, non sappiamo cosa è la gravità e quindi tanti cari saluti alla relatività ed a quel povero di Einstein che ha creduto che lo spazio-tempo si piegasse quando l'ultimo esperimento della NASA, giustamente, dice che non si piega nulla e tanti cari saluti ad Einstein che, ari-poverino, ha fatto un errore di segno che nemmeno severn lo farebbe. Sì, la formuletta E=mc quadro è toppata. E quadro= m alla seconda per c alla quarta; questa è quella originale e più esatta. Einstein ha messo ambo i termini sotto radice ed ha partorito la sua E uguale mc quadro. Ma le radici hanno due soluzioni, lo sa anche severn, e quella col segno meno? In prima superiore se io avessi fatto questo errore la prof mi avrebbe fatto ripetere l'anno. Ma come mai a distanza di tanti anni nessuno lo dice? Tu sai perchè nessuno dice di questo errore? Beh, io sì, lo so. Ma se ora ti rispondessi tu diresti che io sono lo strafigo tuttologo mistico ascetico ecc ecc. No, non sono io ad essere quella roba lì, ma voi, e credimi sulla parola, ad essere stupidi e tronfi come quelle scimmie da culo arrossato. XD La scienza è nata ieri pomeriggio, anzi, ieri sera. Ma hai coscienza che una civiltà aliena, non dico tanto, ma avanti a noi tecnologicamente di soli 100 quanto riderebbe di noi (voi)? Ed in più vi limitate ai 5 sensi, oltre quelli, secondo voi, non esiste null'altro. Ma siete pazzi? Pazzi a ridurre un cosmo solamente a quel che potete percepire coi 5 sensi. Quindi se noi fossimo dei lombrichi il mare nemmeno esisterebbe. Follia pura. E poi, sì, sono figo, bello intelligente mistico ascetico e tuttologo.... e mi dispiace per chi non lo è visto che è nella condizione di quel lombrico costretto a muoversi nel sottosuolo ed a cibarsi di residui fecali organici. Potrei illuminarti di cose meravigliose ma non le vedresti, i lombrichi non hanno la vista. Sorry.
  18. TILTaccitua

    Best Thread Ever

    C'è una pubblicazione recente in letteratura di un team di studiosi, rispondo a partire dal tuo ultimo post, che ha verificato la massa del fotone in laboratorio con un esperimento. Dammi un po' di tempo per tirare fuori quella pubblicazione perchè devo andare a ritrovare la fonte dove qualche mese fa andai io stesso a verificare la notizia ed il lavoro. La pubblicazione c'è così come anche tutte le revisioni che attestano la validità del contenuto. Se non lo sapessi la scienza opera in questa maniera e cioè i lavori vengono pubblicati poi revisionati e poi gli vengono dati indici di attendibilità. Ma dammi tempo per ritrovare il tutto.
  19. mmorselli

    Best Thread Ever

    Questa roba è meglio che la lasci stare e rimani sulle mosche che danno telepaticamente i numeri della lotteria Il fotone non ha massa a riposo, o violerebbe la Relatività viaggiando alla velocità della luce nel vuoto, ma non è affatto immateriale, perché possiede una quantità di moto, che in elettromagnetismo, come in meccanica quantistica, è definita senza far ricorso alla massa. Un'altra ragione per cui il fotone ha quantità di moto, ma non può avere massa, è che la massa è definita a riposo, cioè per un oggetto misurato da fermo rispetto al sistema di riferimento in cui effettui la misura, però muovendosi alla velocità della luce non esiste nessun sistema di riferimento in cui il fotone sia fermo, anche se viaggiassi alla velocità della luce parallelamente ad un fotone per il tuo sistema di riferimento il fotone sarebbe sempre in moto, e sempre alla velocità della luce.
  20. mmorselli

    Best Thread Ever

    Quindi potrebbe anche non essere vero, il problema è tutto qui. Io mi sentirei un cretino a fare cherry picking con le teorie in base a quanto è forte il mio desiderio che siano vere. Se a te non crea problemi fai pure, non fai del male a nessuno, nemmeno a te stesso in fondo, ma non tutti siamo in grado di razionalizzare le illusioni, non è una cosa che puoi cambiare con la volontà, né in un senso né nell'altro.
  21. mmorselli

    Best Thread Ever

    Ma infatti non le ho, l'unica volta in cui ho avuto delle mantidi dentro una teca è stato 15 anni fa, nell'ufficio del mio vecchio lavoro che condividevo con un collega e amico dall'infanzia. Era un passatempo, avevamo molto tempo libero e ci divertivamo a buttare grilli dentro la teca per vedere come li catturavano e divoravano. La gente guarda queste cose nei documentari, ancora più interessante è vederle dal vivo. Oggi ho diversi insetti in casa, ma non li vorrei Le vecchie case di campagna sono dominate soprattutto dai ragni, ma anche i millepiedi non mancano, appaiono fugaci e poi scappano in qualche pertugio nei muri o negli stipiti delle porte. Una volta all'anno c'è l'invasione dei grilli, dura qualche giorno, ma sono veramente tanti, penso sia l'inizio o la fine di un loro rituale riproduttivo. Li raccolgo con l'aspirapolvere e li scarico, morti, nel prato. Nessuno di loro mi crea un reale fastidio, l'unico problema sono i ragni che abbandonano le ragnatele e quindi vanno rimosse o diventano trappole per la polvere, altrimenti sarebbero un sostituto ecologico ai prodotti anti zanzare. Posso dire una cosa, TILT? Vedi che anche qui non hai cercato la risposta più semplice, hai cercato invece di infilarci una qualche analisi psicologica del tutto inutile, questo perché non vivi ciò che sei, ma ciò che vorresti essere, uno strafigo tuttologo psicologo mistico che sa tutto di tutti e fa analisi profondissime sulla vita, l'universo, le persone e tutto quanto. Non sarai mai sereno in questo modo, una parte di te lo saprà sempre che fingi.
  22. TILTaccitua

    Best Thread Ever

    Potrà mai la scienza in qualche modo dimostrare quel che io, ed altri come me, affermano? Mai. E' impossibile. Con il pensare ed il testare la materia non si potrà mai giungere a misurare ciò che non è materiale. Ahah, TILT, ora ti abbiamo colto in flagrante "il fotone è immateriale ma lo sappiamo misurare", direbbe un mio oppositore. Ma manco per idea, il fotone ha massa, piccola ma ce l'ha. "Ma sappiamo misurare l'entropia che non ha massa", ma l'entropia è già di per sè una misura e comunque non conoscendo l'entropia di quando è "cominciato" l'universo possiamo anche scordarci di misurare l'entropia assoluta, ma solamente un delta S temporaneo. "L'energia non ha massa ma la sappiamo misurare", eccerto l'energia è massa... E=mc quadro. A questo punto, caro mmorselli, cosa me ne faccio della scienza che si autolimita a studiare solamente una parte, pure piccola, dell'universo e, per autodecisione, NON vuole indagare, seppur filosoficamente ed in maniera ipotetica, su altre situazioni che fenomenologicamente esistono? Eh già, esistono fenomeni che andrebbero studiati ma che la scienza ha già escluso a priori di indagare.... facessero loro. Ma io penso di mio, non vengo mica pensato da altri.
  23. TILTaccitua

    Best Thread Ever

    Ariprovo ad aiutarti un pochino... cercando di agire, questa volta, sulla tua struttura pensante, che poi è quella generica delle persone comuni, normali, della maggioranza assoluta. Ma pensare quello che tutti pensano produce i risultati che sono sotto gli occhi di tutti e cioè una società coinvolta in guerre, violenze, stati mentali confusi, per essere clementi, economia basata sullo sfruttamento di uomini e pianeta, geopolitiche devastanti, società umani pazzoidi e senza meta, sofferenza, povertà. Non viene il dubbio che questo pensare è totalmente sbagliato? No, il dubbio alle persone normodotate non viene. E' sempre colpa di qualcun altro, che non è mai definito e non si sa chi è; è colpa dei cinesi, di Putin, della Lega, degli americani, dell'immigrazione ecc ecc ecc. No, è colpa del pensare umano che è totalmente fuori strada, di ciascuno di noi. Il pensare, ed anche il pensiero. Cominciamo da qualche base. Cominciamo dall'etimo, che gli antichi la sapevano più lunga di noi. Quando qualcuno si sofferma col pensiero su una qualsiasi questione, con particolare attenzione, si dice "riflettere". Ma la riflessione, fenomeno fisico ottico, che ci azzecca col pensare? Ci azzecca, eccome. Ci azzecca perchè il pensare si "riflette" (in senso ottico del termine) nel cervello, non è mica prodotto da esso. E quindi gli elettroencefalogrammi cosa registrano? Gli encefalogrammi non fanno altro che registrare come il riflesso del pensare viene gestito dal cervello. Quindi non è il cervello che pensa ma la sua origine è esterna ad esso? Sì, esatto, il pensare è esterno al cervello ed il cervello ne è solamente il decoder. Riflette, sostanzialmente. Si può dimostrare questo? Solamente con la logica e la giusta "riflessione". I macchinari potrebbero dare prova di ciò? No, i macchinari possono solamente il lavoro di sostegno che il cervello compie per decodificare il pensare che, conseguenzialmente, produce poi il pensiero. Detto ciò, se il pensare è esterno potrebbe essere che anzichè noi "pensare" siamo, in qualche misura, pensati? Certo, è sempre questo quel che avviene. Ben che vada è una entità esterna a noi, che potremmo definire come coscienza individualizzante, a "pensarci" oppure, mal che va, siamo pensati da plurime serie distinte di "pensatori". Ma questo non è oggetto di questo post. E se, quindi, il pensiero viaggia su canali così sottili ed immateriali, è possibile percepire altrui pensieri, scambiare informazioni con essi, anche di altre specie di animali? Dimmi tu, caro mmorselli, la tua amatissima, ma anche mia amatissima, scienza, si è mai occupata di ciò? Mai. Anzi, alcuni scienziati, premi Nobel tra gli altri, tipo Penrose, hanno accennato a qualcosa. Altri scienziati, tipo Pribram, hanno scritto qualcosa al riguardo. E comunque il pensiero ed il pensare rispettano la fisica quantistica dove il pensare soggiace a leggi ondulatorie non massive ed il pensiero alla sua implicita e copresente natura di particella. Come vedi, caro il mmorselli, la tua shenza, con tutto il rispetto, brancola ancora nel buio. Però tu allevi mantidi. Alla luce di ciò, non comincia a sorgerti il dubbio che quelle mantidi significano qualcosa in più di quel tuo "ce l'ho perchè mi piacciono". E' un po' pochino anche per te stesso, vero?
  24. TILTaccitua

    Best Thread Ever

    Provo ad aiutarti un pochino. Comprendi ben da te che non è propriamente comune che si tenga in casa, a mo' di animale da compagnia, delle mantidi. Io, per esempio, non lo faccio e non lo fa nemmeno una persona su un milione. Ed anche una su dieci milioni. Ma tu sì. Poi, tu stesso dici, "le detengo perchè mi piacciono". Comprendi che questa non è una spiegazione ma una storiella che ti sei bevuto tu stesso? Il resto, se vuoi, metticelo tu. Io so perchè tu detieni e posti foto di mantidi ma tu, questa spiegazione, non vuoi sentirla nè crederci.... ma è un tuo problema. Se ami la scienza dovresti portela qualche domanda ma visto che tu ami la shenza..... niente domande e "le tengo perchè mi piacciono". Vero? Vero.
  25. TILTaccitua

    Best Thread Ever

    E' già tutto dimostrato, io non servo, non aggiungerei nulla. Il perfect timing delle migrazioni degli gnu, delle oche, le informazioni dell'alveare, la fioritura mondiale delle specie di bambù una volta ogni 70/90 anni.... la shenza ti dice non sappiamo, potrebbe essere, forse, lo sapremo ma non oggi. E che ci facciamo di questa shenza che non vuole toccare determinati argomenti e che nemmeno vuole vederli? E poi, perchè dovrei dimostrare qualcosa io? E a chi? E perchè poi? Le mie comunicazioni con determinati animali sono tra me e loro, se la shenza è davvero interessata, ma non lo è, venisse lei, la signora shenza, da me. Nel tuo caso, l'unica cosa che saresti in grado di capire, ma non lo dico come insulto, è che tu metti in foto ed accudisci, i psicologi direbbero proietti nel mondo esterno, quelle mantidi perchè ti servono a comprendere meglio, viste che le hai poste all'esterno di te, delle problematiche che, invece, hai dentro. Più di questo non saresti in grado di comprendere al momento, e mi dispiace per te dato che sei un ragazzo intelligente e sveglio. W la shenza!
  1. Load more activity
×